Quantcast

Asti, appuntamento al Bosco dei Partigiani per l’assemblea pubblica del 27 luglio

Riceviamo e pubblichiamo


Il Bosco dei Partigiani di Asti è un polmone verde nel centro della città, un luogo dove storia e natura s’incontrano. Per due anni consecutivi A.N.P.I. di Asti ha scelto il Bosco dei Partigiani per celebrare il XXV Aprile e per evidenziare la necessità del recupero di questo luogo. Sono tanti i cittadini che hanno aderito all’iniziativa dell’ A.N.P.I. volta al recupero del Bosco, che da troppi anni non vede interventi importanti di cura del verde tolto lo sfalcio dell’erba o l’abbattimento di alberi malati.

Il Bosco dei Partigiani, oltre il nome che porta a simbolo del contributo che la nostra città, diede alla Resistenza è stato anche parte della vita di tanti astigiani e tanti astigiani vorrebbero fosse ancora un luogo vivibile, liberato dall’abbandono, dall’incuria e dalla desolazione.

Riteniamo ci sia l’urgenza di mettere in sicurezza le antiche mura, liberandole dalla vegetazione che le ricopre e che ne causa lo sgretolamento con caduta di mattoni. Chiediamo che il percorso che sale verso le antiche mura venga reso accessibile attraverso la pulizia degli stradini e dei pendii attualmente ricoperti di vegetazione infestante e riteniamo indispensabile il ripristino di staccionate ai bordi degli stradini e dove siano necessarie, per rendere il percorso più sicuro.

Riteniamo indispensabile un intervento di pulizia radicale delle siepi presenti nel parco, anch’esse invase da vegetazione infestante, e relativa tosatura. Ci auspichiamo che questi interventi vengano affidati a ditte competenti sotto la guida di esperti , per evitare gli scempi fatti al patrimonio arboreo che spesso vediamo. Riteniamo che il Bosco vada dotato di infrastrutture a partire dalla pulizia e dal ripristino del campetto di basket, all’aggiunta di panchine e cesti per l’immondizia più capienti, all’installazione di strutture per l’infanzia.

Altro intervento necessario è la messa in sicurezza delle scalinate dell’entrata al Bosco dei Partigiani di via al Bosco, una delle quali completamente inutilizzabile e pericolosa poiché i gradini non esistono quasi più. Ricordiamo che questa è una delle entrate principali di un parco storico della città.

Al fine di discutere collaborazioni e azioni per rendere il Bosco dei Partigiani migliore, vi invitiamo all’assemblea aperta presso lo spazio/auditorium del Bosco dei Partigiani Martedì 27 luglio alle ore 17,30.