Quantcast

Anche il Distretto del Commercio del Monferrato con Moncalvo capofila tra quelli finanziati da Regione Piemonte

E’ dello scorso 1 luglio la comunicazione da parte di Regione Piemonte dell’esito del bando sui Distretti del Commercio. Inizialmente sono stati tre i Distretti astigiani rientrati tra i primi 25 della graduatoria, quelli per cui erano previste risorse in questa prima fase del bando.

Il Distretto del Commercio del cuore del Monferrato, di cui Moncalvo è capofila, il quale raggruppa più di sessanta comuni monferrini nella zona compresa tra Rocchetta Tanaro e Camino, tra Fubine e Cocconato, si è posizionato 27º.  Ed è proprio l’Amministrazione comunale della città aleramica a comunicare che la Regione sta per stanziare ulteriori risorse che andranno quindi anche a ricomprendere il Cuore del Monferrato tra i distretti che nasceranno nei prossimi mesi. “Moncalvo e la sua cordata di comuni – spiegano – avranno ora un fondo iniziale di 25.000 euro con i quali preparare i primi progetti per lo sviluppo economico del Basso Monferrato, in particolar modo rivolti al commercio di vicinato, al turismo e al decoro ambientale. Le risorse serviranno anche a pagare un manager di distretto e a sostenere la formazione per le parti coinvolte, che sarà a cura del partner stabile Confcommercio Asti. Le altre regioni che hanno intrapreso in passato la strada dei distretti del commercio, in particolar modo Veneto e Lombardia, hanno poi fatto bandi dell’ordine di milioni di euro a cui i distretti hanno aderito e grazie ai quali hanno poi finanziato i progetti strategici precedentemente elaborati.”

Il percorso, che evidentemente è un percorso di medio periodo, è fin dall’inizio stato previsto in tre fasi:
1. Partecipazione al bando previa realizzazione di progettualità generiche e studio delle peculiarità aziendali e turistiche del territorio
2. Ottenimento delle prime risorse, strutturazione interna del distretto e realizzazione di progettualità strategiche di respiro territoriale
3. Finanziamento delle progettualità strategiche e delle politiche di territorio In questo momento il nostro distretto si trova nella fase due.

“Sono molto soddisfatto del risultato – dichiara il Sindaco Orecchia – il nostro distretto si è posizionato in una ottima posizione. Regione Piemonte crede nel nostro territorio e noi dobbiamo dimostrare alla popolazione che questa fiducia è ben riposta. I distretti del commercio saranno uno strumento che consentirà di realizzare quello che da tempo viene auspicato, fare fronte comune su un argomento fondamentale come il commercio che è indispensabile supporto per lo sviluppo del turismo. Nei prossimi mesi ci aspetta un lavoro impegnativo, sarà fondamentale trovare una efficace forma di governance che garantisca una adeguata rappresentanza dei territori coinvolti.”

“Parliamo sempre tanto di fare squadra tra istituzioni – commenta così il Vicesindaco e Consigliere Provinciale Andrea Giroldo – per far crescere il Monferrato: oggi lo stiamo facendo. Arrivare prima del distretto di Alba e di quello di Canelli è una soddisfazione non indifferente. Questo sia un primo segnale della nostra forza sul territorio e in tutto il Piemonte”.

Anche secondo l’Assessore al commercio Pier Luigi Bianco il riconoscimento del Distretto rappresenta un importante risultato. “Il Comune può finalmente dare un contributo concreto allo sviluppo economico della Città e al sostegno delle sue aziende.”