Quantcast

Lettere al direttore

Ambiente Asti, interrogazione sulla poca sicurezza stradale della zona ovest della città

Riceviamo e pubblichiamo l’interrogazione urgente sulla sicurezza stradale inviata al sindaco e agli assessori da parte di Mario Malandrone, consigliere di Ambiente Asti che così dichiara: “In attesa di un Piano sulla mobilità annunciato e mai attuato, di una svolta green lenta a venire in estremo ritardo rispetto a tutti i capoluoghi di provincia e di azioni di educazione alla mobilità sostenibile e responsabile, le problematiche di sicurezza e di scarsa educazione civica stradale si accuiscono sempre più. Negli scorsi giorni alcuni abitanti della zona ovest ci hanno contattati per porre problematiche di sicurezza stradale. Tra il dire e il fare, tra l’annuncio di una città con una mobilità green e responsabile e ciò che accade quotidianamente c’è un divario enorme. Noi crediamo che non servano annunci ma almeno segnali concreti sulla sicurezza stradale, sulle problematiche che stanno emergendo. Se non una mobilità responsabile, green e sostenibile almeno sia sicura”.

Di seguito l’interrogazione.


Premesso che
● alcuni cittadini residenti in Corso Torino e Via Gerbi/Via Atleti Azzurri, Via Filippo Corridoni ci hanno segnalato la presenza di automobili e moto che a forte velocità percorrono tali vie di notte, ma non solo di notte

● che Via Atleti Azzurri è particolarmente frequentata da cittadini che fanno sport, da frequentatori del parco e in particolare da bambini

● gli stessi lamentano scarse condizioni di sicurezza per i pedoni che attraversano sulle strisce pedonali, ma anche molti pedoni che per raggiungere esercizi commerciali attraversano fuori dalle strisce pedonali affacciandosi pericolosamente sulle corsie percorse dalle auto.

● gli stessi cittadini lamentano altresì scarsa visibilità dei corsi e quindi scarsa visibilità degli attraversamenti pedonali

● solo recentemente ci sono state lamentele analoge comparse sulla stampa su Corso XXV Aprile

● recentemente vi sono stati incidenti dovuti alla forte velocità

● i cittadini lamentano il forte rumore dovuto all’attraversamento di tali corsi da parte di mezzi pesanti

● alcune strisce pedonali (per esempio in Via Filippo Corridoni) sono scarsamente visibili e sbiadite, tale zona è frequentata da anziani bambini per il parco e realtà aggregative

● all’innesto tra Via Gerbi con Via Atleti Azzurri, i pedoni lamentano che spesso le strisce pedonali vengono ignorate dagli automobilisti, complice spesso la forte velocità e la rotonda

si chiede:

1. se l’amministrazione ha pensato a qualche misura utile al rispetto dei limiti di velocità su tali strade (Corso Torino, Via Atleti azzurri, Via Gerbi, Corso XXV Aprile)

2. se si è pensato a un controllo con postazioni fisse del rispetto del limite di velocità

3. quali misure per rendere maggiormente visibile la segnaletica orizzontale e gli attraversamenti si intendono prendere

4. quale piano per rendere maggiormente visibili gli attraversamenti si intende attuare

5. se si intenda valutare nuovi attraversamenti pedonali, visto che in prossimità di alcuni esercizi commerciali i pedoni attraversano fuori dalle strisce

6. quando verrà rivista la rotonda di Piazza Torino (per ora adibita a singolare parcheggio), ma il cui rifacimento permetterà di snellire il traffico di Corso Torino.

Mario Malandrone
Consigliere Comunale Ambiente Asti-La città ai cittadini