Quantcast

Alba, novità per il servizio raccolta differenziata rifiuti nelle frazioni e zone collinari: invariato il ritiro di ingombranti

Dai primi di luglio ad Alba è in vigore il nuovo servizio di raccolta rifiuti. Il nuovo appalto ha introdotto dei cambiamenti e delle novità, alcune già operative, altre a regime entro il prossimo anno.

Le prime novità riguardano il servizio di raccolta differenziata nelle frazioni e nelle zone collinari di Alba dove il ritiro di carta e plastica diventa domiciliare anche per le utenze più periferiche che riceveranno i sacchi gialli per la plastica ed altri accessori necessari per la raccolta.

Così esteso, la frequenza di ritiro, passa da settimanale a quindicinale, mantenendo lo stesso giorno di raccolta, il sabato e il lunedì, a seconda della zona.

Inoltre, nelle frazioni e nelle zone collinari in questione, entro l’autunno partirà il nuovo servizio di raccolta differenziata degli scarti organici, con frequenza settimanale in giornata ancora da definire. L’avvio del servizio sarà preceduto da una campagna informativa e dalla consegna della necessaria attrezzatura a ciascuna famiglia che riceverà cassonetto o mastello, pattumiera e sacchi biodegradabili.

In alternativa, le utenze interessate dalla raccolta degli scarti organici potranno aderire al compostaggio domestico con l’iscrizione all’Albo Comunale Compostatori, ottenendo riduzioni sulla bolletta della tassa rifiuti – Tari.

Nell’ambito del nuovo servizio raccolta rifiuti, continua ad essere attivo ed invariato, il ritiro gratuito domiciliare dei rifiuti ingombranti domestici, ora gestito dalla società pubblica S.t.r. s.r.l.

Per informazioni e prenotazione ritiro basta telefonare allo 0172 1836714 oppure inviare richiesta all’indirizzo e-mail: “ecosportello.alba@strweb.biz”.

Il ritiro avviene al piano cortile o piano strada raggiungibile dall’automezzo con pianale utilizzato per il servizio. Per ciascun utente, possono essere ritirati circa 4 pezzi di volume massimo inferiore a 2 metri cubi. Massimo 2 ritiri all’anno per ciascuna utenza domestica.