Quantcast

Vinchio ospita la XIII Edizione del Festival del Paesaggio Agrario 2021

Nell’ambito dell’Anno internazionale della “Frutta e della verdura” 2021 indetto dalla FAO per promuovere un’ampia sensibilizzazione sullo straordinario patrimonio genetico e sui paesaggi a livello mondiale ricchi in biodiversità il Comune di Vinchio, la Cantina Vinchio-Vaglio Serra, l’Associazione culturale Davide Lajolo, in collaborazione con il Club per l’UNESCO di Asti e il Club per l’UNESCO di Canelli, organizzano un incontro alle ore 16.30 nella sede della Cantina di Vinchio Vaglio, su due prodotti tradizionali (registro PAT del Ministero dell’Agricoltura) l’asparago saraceno e le vigne vecchie.

L’evento sarà illustrato dal prof. Marco Devecchi dell’Università di Torino e Club per l’UNESCO di Asti e il Club per l’UNESCO Canelli, e dall’assessore all’agricoltura, cibo, caccia e pesca della Regione Piemonte Marco Protopapa
nell’ottica della valorizzazione della biodiversità del territorio astigiano.
Interverranno il presidente della Cantina Lorenzo Giordano e Domenico Bussi per l’Associazione culturale Davide Lajolo. Seguono le letture dello studente Giulio Ghignone.

In cantina sarà esposta la mostra di Fabien Vigna e Luciano Ghione “Il palpito della terra” a cura dell’Associazione Davide Lajolo e presso la barricaia saranno proiettati i video “Il bosco incantato” a cura del C.I.S.A e “Grazie alla terra” di Kitty Fasolis, Laurana Lajolo e Beppe Rovera.

Alle ore 19:00 è prevista l’inaugurazione ufficiale dell’installazione “I Tre Vescovi” di Giancarlo Ferraris che esporrà anche alcuni dei suoi quadri lungo il Sentiero dei nidi di Vinchio Vaglio, il percorso che congiunge il parco della cantina alla zona più panoramica della Val Sarmassa. Per allietare l’inaugurazione sarà possibile fare un “Picnic sinorio”, disponibile su prenotazione sul sito vinchio.com accompagnato dai vini della cantina.

La serata proseguirà alle ore 20:30 al Bricco di Monte del Mare – Bosco incantato, (Vinchio, via Cortiglione) da cui parte la passeggiata notturna “Con la luna e le lucciole nei boschi dei Saraceni” in collaborazione con il Parco paleontologico astigiano lungo uno degli itinerari letterari di Davide Lajolo nella Riserva naturale della Val Sarmassa fino all’affioramento fossilifero nella Valle della Morte, dove un tempo si estendeva il mare preistorico.
Al ritorno, intorno alle ore 23, brindisi con i vini della Cantina e spuntino preparato della Proloco di Vinchio