Quantcast

Presentato DNAlba, il progetto di comunità che racconta l’albesità

Più informazioni su

Questa mattina, venerdì 18 giugno, presso la Sala Convegni di Palazzo Banca d’Alba è stato presentato il progetto DNAlba, ideato da Banca d’Alba con la collaborazione di numerosi partners del territorio; Alba Accademia Alberghiera, Famija Albeisa, Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, Gazzetta d’Alba, Gruppo Fotografico Albese, Ipogeo Records, Liceo Artistico P. Gallizio Alba e Radio Alba e altre scuole, come quelle d’infanzia.

“Con la parola DNAlba si vuole rappresentare l’essenza dell’albesità, ossia l’insieme delle caratteristiche peculiari che formano la lunga catena del DNA degli albesi.
Il progetto si pone dunque l’obiettivo di rappresentare quel “quid” che rende il territorio delle Langhe, del Roero e dell’Albese, così unico. Possiamo infatti riferirci alla bellezza del paesaggio, che dal 2014 è riconosciuto come Patrimonio Unesco. Questa peculiarità si trasmette anche nel tessuto sociale, economico, culturale, e in tutte le persone che abitano la zona e tanto la amano” spiegano i promotori dell’iniziativa.

È in questo territorio infatti che sono nati e vissuti artisti del calibro di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio, Giovanni Giolitti e Luigi Einaudi, Pinot Gallizio e Macrino, Ezio Mauro e Giorgio Bocca. Qui nacquero industrie come la Ferrero, la Miroglio, la Mondo Rubber, per non dimenticare tutte le aziende vitivinicole che esportano in tutto il mondo, come Gaja, Ceretto, Giacomo Conterno e Gianni Gagliardo.

“Creeremo così una raccolta di immagini, suoni, fotografie, testimonianze e tradizioni che possano rappresentare in maniera completa il DNAlba, pur consapevoli della complessità di un progetto così ambizioso.
Grazie a Banca d’Alba, DNAlba è ora un marchio registrato” chiosano i promotori

La conferenza stampa si è conclusa presso il Cortile della Maddalena dove fino a domenica 20 giugno presso è possibile vedere la tela realizzata dai bambini delle scuole dell’infanzia di Alba ispirata all’albesità, oggi presenti per fare una foto con i rappresentanti delle varie realtà coinvolte nel progetto.

DnAlbaDnAlbaDnAlbaDnAlbaDnAlbaDnAlbaDnAlbaDnAlba

Più informazioni su