Quantcast

Lettere al direttore

Palio di Asti, la minoranza: “Vogliamo chiarimenti e siamo pronti a collaborare per l’edizione 2021”

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo.


Oltre ad “apprezzamenti” verso la minoranza, nessuna risposta.
Amare il Palio vuol dire amare forse la manifestazione più importante della nostra città. Manifestazione che ci caratterizza. Manifestazione che dovrebbe crescere anno per anno. Manifestazione che questo anno dovrebbe aver un significato di speranza e rinascita.

Faremo “pena” e avremo un atteggiamento “vomitevole” (nell’eleganza del nostro Sindaco) ma chiedere chiarimenti
sulla edizione del 2021, è un atto doveroso, verso chi investe tempo e passione, e anche verso risorse pubbliche che vengono investite ogni anno. Ai rettori, come già scritto, vanno tutti i nostri ringraziamenti e grande sostegno. Loro e i loro comitati sono il motore di una macchina che a volte ha grande necessità del loro intervento. Oggi vengono chiamati dal Sindaco ad una pronuncia su una questione politica. Pensiamo che non sia questo il loro ruolo, pensiamo che non sia corretto metterli in queste difficoltà. Da parte nostra chiediamo risposte al Sindaco, su questioni che riguardano l’amministrazione, che non ha fornito in sede di commissione consiliare dedicata al Palio e neppure negli ultimi virgolettati.

Ai dati oggettivi di questi ultimi cinque anni chiediamo smentite altrettanto oggettive. Nel rispetto della democrazia si ricorda al sindaco di moderare i toni ormai al limite della diffamazione e assolutamente irrispettosi delle minoranze consiliari. Sintomo certamente di nervosismo con l’avvicinarsi della scadenza elettorale e dell’analisi dei suoi risultati in questi cinque anni. Al vittimismo del Sindaco rispondiamo con la nostra collaborazione a lavorare all’edizione del Palio 2021, per renderla davvero quella che vogliamo per la nostra città e per i tanti amanti della
manifestazione.

Il Sindaco Rasero si accorgerebbe, forse, dopo cinque anni, che siamo in grado di affrontare anche questa discussione, anche se per lui siamo persone che parlano a sproposito di questioni di cui non sanno nulla. Forse gioverebbe ricordare che la richiesta della commissione cultura sul Palio è arrivata da noi e che in cinque anni è stata la sola commissione fatta sul tema? Questo basterebbe a fare capire che teniamo che questo anno il Palio 2021 si faccia e sia un Palio di speranza e ripartenza.

I CONSIGLIERI DI MINORANZA
Luciano Sutera Sardo, Maria Ferlisi, Giuseppe Dolce, Angela Quaglia, Mario Malandrone, Giorgio Spata, Massimo Cerruti, Mauro Bosia, Davide Giargia, Michele Anselmo, Martina Veneto

Più informazioni su