Quantcast

Il festival “Paesaggi e oltre” al via nel fine settimana con il doppio appuntamento con “Il campione e la zanzara”

Prende il via nel fine settimana il festival “Paesaggi e oltre. Teatro e musica d’estate nelle terre dell’UNESCO” promosso dalla Comunità Collinare Tra Langa e Monferrato giunto quest’anno alla ventesima edizione, con una lunga storia di esperienze di rilievo regionale e nazionale, che hanno attirato ogni anno sempre più pubblico e turisti.
Un palco sulle nostre colline tra Langa e Monferrato, una porta aperta sul paesaggio vitivinicolo Patrimonio dell’Umanità da cui guardare oltre.

L’apertura del festival sarà il 3 e 4 luglio, con uno spettacolo in bicicletta realizzato dal Faber Teater e che unirà tutto il territorio della Comunità Collinare Tra Langa e Monferrato: “Il campione e la zanzara”, nato per il Centenario di Fausto Coppi e realizzato in assoluta anteprima nell’astigiano.
Sarà possibile per il pubblico assistere pedalando sulla bicicletta, per un breve tratto stradale che collegherà Coazzolo a Castagnole Lanze oppure Costigliole d’Asti e Montegrosso d’Asti, a tappe.
Le prenotazioni per “Il campione e la zanzara” sono già attive sulla nuova piattaforma allive.it.

Sabato 3 luglio h 18.00 *
da COAZZOLO a CASTAGNOLE DELLE LANZE
ritrovo Anfiteatro di Coazzolo
arrivo Borgo dei Noccioli a Castagnole delle Lanze
Domenica 4 luglio h 18.00 *
da COSTIGLIOLE D’ASTI a MONTEGROSSO D’ASTI
ritrovo Anfiteatro, fraz. S.Michele di Costigliole d’Asti
arrivo piazza Don Carlo Clerico a Montegrosso, fraz. S.Stefano
Faber Teater
IL CAMPIONE E LA ZANZARA
spettacolo epico itinerante di strada per attori e pubblico in bicicletta

Una creazione di Faber Teater e Mario Chiapuzzo con Francesco Micca, Marco Andorno, Lodovico Bordignon, Lucia Giordano, Paola Bordignon, Sebastiano Amadio. Testo e regia Mario Chiapuzzo,
bici Museo dei Campionissimi, Novi Ligure; costumi, maschere, stendardi, elaborazione bici Faber Teater

il campione e la zanzara festival paesaggi e oltre

Il pubblico e gli attori sono tutti in bicicletta in questo spettacolo atipico, per attraversare lo spazio, il tempo e il territorio della Comunità Collinare tra Langa e Monferrato sul “fiume” del Novecento, pedalando.
Un’apertura inedita per il ventennale del Festival, che toccherà a due a due i Comuni del territorio, per brevi percorrenze, in luoghi / tappa inediti nel paesaggio. Un’esperienza teatrale in bicicletta imperdibile per la prima volta nell’astigiano.
I personaggi, tutti con maschere e bici gialle, sono le Guide del Tempo che accompagnano gli spettatori a scoprire la vita del di uno straordinario campione di ciclismo, il Campionissimo Fausto Coppi.
Il XX secolo scorre sotto le ruote dei partecipanti. Poi lo scatto di una delle Guide attraversa il plotone portando una nuova data. Poi un altro, e un altro ancora. Momenti della vita di Coppi e fatti storici s’intrecciano come notizie a propulsione poetica tra una stazione e l’altra, stringendo e dilatando il tempo, facendo esistere tutti solo al presente.
Nelle stazioni, le imprese più memorabili sono recitate, come l’assalto al Galibier, e tante altre vittorie e sconfitte, fino all’incontro finale tra l’Airone Fausto Coppi e la piccola zanzara africana che lo punse.
Tutti hanno il loro posto in questa pedalata epica.
A tappe, per gruppi da 60 persone in bici. Dai 12 anni.
La percorrenza chilometrica è di circa 5 km su strade secondarie, con discese e lievi salite. Il percorso e lo spettacolo non sono adatti a bambini nel seggiolino.
All’arrivo navetta per riaccompagnare al punto iniziale i conducenti delle auto.
La durata è di circa un’ora e mezza.

Biglietti: *13,00 euro
Promozione 1 spettacolo omaggio ogni 4 acquistati con passaporto #paesaggieoltre
Posti limitati Prenotazione su piattaforma allive.it Informazioni: info@teatrodegliacerbi.it 3392532921

Il festival è promosso Comunità Collinare Tra Langa e Monferrato, con il contributo di Regione Piemonte, Fondazione C.R.T. e la collaborazione della Fondazione Piemonte dal Vivo. Fondamentale è l’apporto e dei quattro comuni facenti parte dell’unione Castagnole Lanze, Coazzolo, Costigliole d’Asti e Montegrosso d’Asti.
Ha il patrocinio e il contributo dell’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato UNESCO, che lo riconosce come l’iniziativa culturale estiva astigiana che meglio estrinseca i valori da essa promossi e intenti perseguiti legando cultura, turismo e territorio.
Ha una rinnovata partnership con il nuovo Ente Turismo Langhe Monferrato Roero.
Tra gli sponsor la Banca di Asti ed il Lions Club di Costigliole d’Asti.