Quantcast

Grande entusiasmo alla media Parini di Asti per il progetto aggregante “La scuola si fa bella” fotogallery

“La scuola si fa bella”, è questo il nome di uno dei tanti progetti entusiasmanti e aggreganti promosso dalla scuola “G.Parini” dell’I.C. 3 Asti.

“Anche la bellezza deve essere al centro del progetto educativo di una scuola”, sostiene la professoressa Alexandra Sarasino, docente di Arte e immagine, ideatrice e coordinatrice di questo progetto. “Si impara meglio in un luogo bello, allegro e colorato, in cui ciascuno si sente a proprio agio e che ciascuno contribuisce, anche con poco, a rendere ancora più bello.” Questa è la motivazione dei tanti interventi artistici iniziati già l’anno scorso: i primi alberi “parlanti” che accolgono i ragazzi all’entrata, i pannelli con i grandi occhi sulla facciata di ingresso, i grandi quadri colorati realizzati con tappi di riciclo posizionati all’interno della scuola.

Quest’anno il progetto è andato avanti, sempre coinvolgendo gli alunni nella realizzazione delle opere. Si sono moltiplicati, in entrambi i cortili della scuola, gli alberi parlanti, che con le loro facce buffe rendono più allegri e divertenti gli spazi esterni dedicati all’intervallo e ad attività didattiche, e sono stati realizzati, utilizzando materiale di recupero, grandi pannelli posizionati come punti informativi per docenti, genitori e alunni.
L’ultimo grande sforzo ha visto coinvolti docenti e genitori per rendere belle le aule in cui gli alunni trascorrono fino a otto ore al giorno.

“Come ogni scuola anche la nostra necessitava di una bella rinfrescata”- sottolinea la professoressa Sarasino – “ed eravamo stanchi di aspettare. Così diversi docenti e genitori disponibili si sono rimboccati le maniche e si sono trasformati in imbianchini provetti. Grazie ad una piccola raccolta di fondi partita nel mese di dicembre, al generoso contributo del Borgo Tanaro Trincere Torrazzo e al sostegno del colorificio Color One di piazza Porta Torino, siamo riusciti ad acquistare materiale utile alla tinteggiatura e a realizzare questa piccola trasformazione, ancora più importante in un anno come questo caratterizzato da diverse limitazioni. La scuola non si ferma mai!”

“La squadra di genitori e docenti ha dedicato un intero weekend a ripulire e ritinteggiare sei aule. E’ stato certamente faticoso, ma anche un bellissimo momento di aggregazione, ricco di entusiasmo e di spirito di vera collaborazione” ha commentato la collaboratrice della dirigente Chiara Siri. “La scuola è un luogo di incontro, in cui sperimentare la vita di comunità e il senso civico anche attraverso queste esperienze di condivisione che danno la misura di quanto sia i docenti che i genitori credano nell’importanza di fare squadra insieme.”
“Il progetto non è ancora finito” sottolinea la professoressa Sarasino. “Bisogna tinteggiare le aule restanti e i corridoi. E poi certamente arriveranno nuove idee da realizzare, nuova bellezza da portare con noi ogni giorno”.

“E’ necessario ancora un grande sforzo per completare il lavoro: ci sono le aule restanti e gli spazi comuni, come i corridoi, dove i tetti sono molto alti e per noi difficili da raggiungere senza un’attrezzatura adeguata”, puntualizza la prof.ssa Siri. “Abbiamo chiesto aiuto al Sindaco che ci ha garantito di fare squadra con noi e per questo lo ringrazio infinitamente. E’ venuto a trovarci, in occasione della premiazione delle classi 1A e 1C che hanno vinto il Concorso Regionale “La mia scuola al tempo del Covid”, ed è rimasto molto colpito da quanto finora fatto. Ringraziamo di cuore tutti gli alunni, i genitori e i docenti che si sono impegnati attivamente nella realizzazione di questo progetto e chi ha dato un contributo materiale ed economico necessario alla sua messa in opera.”