Donato un furgone alla Protezione Civile degli Alpini astigiani in memoria di Guglielmo Torchio

La figura del Generale di Divisione degli Alpini Guglielmo Torchio è stata ricordata mercoledì 2 giugno. Con due cerimonie ricche di significati e commozione.

La prima è avvenuta alla celebrazione del 75° Anniversario della proclamazione della Repubblica; nel cortile del Michelerio, il prefetto di Asti Alfonso Terribile dopo la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella e la consegna dei diplomi ai nuovi Cavalieri della Repubblica ha consegnato la Medaglia d’Onore alla memoria del Generale Guglielmo Torchio per il periodo di prigionia trascorso in Germania dal settembre del 1943 sino al 1945. A ritirare l’alta onorificenza è stata la figlia Flavia che, per onorare la memoria del padre ha consegnato simbolicamente le chiavi di un pulmino a Ferdinando Beltramo, coordinatore della Protezione Civile degli Alpini astigiani.

Nella foto principale da sinistra Ferdinando Beltramo, coordiantore della PC dell’ANA di Asti il sindaco di tigliole Daniele Basso, la signora Flavia Torchio figlia del Generale di Divisione degli Alpini Guglielmo Torchio e il Prefetto di Asti Alfonso terribile.

La seconda cerimonia, riservata ad un ristretto numero di partecipanti nel pieno rispetto delle normative anti-Covid ha avuto luogo presso la sede della sezione Astigiana degli Alpini al parco del Rivo Crosio. Con il Vessillo sezionale un picchetto d’onore con il presidente Fabrizio Pighin, il suo vice-vicario Vincenzo Calvo, il Coordinatore della Protezione civile delle Penne Nere astigiane, Ferdinando Beltramo, dal plotone schierato composto dai volontari della P.C. degli Alpini della Sezione Ana di Asti. Un alfiere portava il cappello alpino del Generale di Divisione Guglielmo Torchio e al suo fianco la figlia Flavia. Presente anche il gagliardetto del Gruppo di Tigliole con una piccola rappresentanza di Alpini tigliolesi, il Sindaco del paese, Daniele Basso ed un manipolo di ospiti.

Tutto questo in ricordo di un Alpino. Un grande Alpino: il Generale di Divisione Guglielmo Torchio, nato a Tigliole nel 1921. Dopo l’Accademia Militare ottenne il brevetto di istruttore di roccia e successivamente quello di pilota osservatore e sarà il primo a conseguire il brevetto di atterraggio sui ghiacciai. Ricoprirà anche incarichi di comandante di Battaglione e di Reggimento. E per ricordare la figura del padre che Flavia Torchio ha voluto donare, proprio nel giorno del 2 giugno alla Protezione Civile dell’ANA di Asti, un furgone per il trasporto di persone. Dopo i ringraziamenti del Coordinatore della P.C. dell’ANA astigiana, Ferdinando Beltramo, e quelli del presidente della Sezione di Asti dell’ANA Fabrizio Pighin la figura del Generale Torchio è stata ricordata dalla figlia Flavia. La cerimonia si è conclusa con la benedizione del nuovo furgone da parte di don Paolo Lungo, parroco della Torretta prima della benedizione del furgone.

Nella Foto sotto credit Signorini: Attorno al furgone donato alla Protezione Civile dell’ANA di Asti, Flavia Torchio con Ferdinando Beltramo coordinatore della PC ANA di Asti, Fabrizio Pighin presidente sez. ANA di Asti il sindaco di Tigliole Daniele Basso.

donazione pulmino alpini