Quantcast

Con “Mi formo!”, tappa a Roccaverano per la formazione dei giovani amministratori locali

Si è tenuto a Roccaverano il 14, 15 e 16 giugno 2021 un seminario residenziale rivolto agli amministratori under 35 o di nuova di nomina.
L’iniziativa è stata organizzata dalla Provincia di Asti – Ufficio Politiche Giovanili nell’ambito del corso “Mi formo!”, approvato e finanziato da Regione Piemonte attraverso il secondo bando sulla partecipazione dei giovani alla vita sociale e politica dei territori.

Ottima la risposta dei territori: 22 tra sindaci, consiglieri e assessori dei Comuni di Agliano, Aramengo, Belveglio, Canelli, Castello D’Annone, Castelnuovo Don Bosco, Dusino San Michele, Ferrere, Grana, Loazzolo, Mombaldone, Mombercelli, Monastero Bormida, Moncalvo, Mongardino, Refrancore, Rocca d’Arazzo, Roccaverano, San Damiano hanno pernottato per tre giorni consecutivi presso alcuni agriturismi del territorio: una buona opportunità per i giovani amministratori locali e per quelli di nuova nomina.

I lavori si sono aperti con i saluti istituzionali del presidente della Provincia, Paolo Lanfranco, dell’assessore Regionale, Marco Gabusi, e del sindaco del Comune ospitante, Fabio Vergellato. Le lezioni si sono svolte al Campeggio di Roccaverano, struttura di proprietà della Provincia di Asti, che ha aperto la stagione con le attività estive rivolte ai minori dai 6 ai 14 anni. Queste le materia affrontate anche grazie al coinvolgimento e alla professionalità di ANCI Piemonte: il bilancio, la figura del Segretario Generale, i lavori pubblici, i reati ambientali, le responsabilità penali degli amministratori, la protezione civile, la gestione delle emergenze e il dissesto idrologico. Compito dei relatori di ANCI Piemonte è stato quello di trasmettere utili nozioni al fine di migliorare le competenze dei partecipanti, relativamente a materie strategiche dell’amministrazione pubblica.

Alle lezioni giornaliere hanno seguito le esperienze con dibattiti dei nostri amministratori locali che hanno ricoperto incarichi prestigiosi: da Giorgio Musso, già Vice Presidente della Provincia di Asti ed ora Segretario Comunale della città di Cuneo all’avvocato Mauro Caliendo del Foro di Asti, già sindaco del Comune di San Damiano, Ppresidente del Museo Risorgimentale di Torino, che ha parlato degli aspetti penali degli amministratori.

Nella splendida cornice dell’Alta Langa Astigiana, al termine delle lezioni, gli Amministratori hanno dovuto mettersi alla prova in una dimostrazione pratica a contatto con la natura (nella cascina di Traversa Wilma) attraverso la mungitura delle capre, dal cui latte viene prodotta la tipica robiola DOP di Roccaverano. Altro prodotto tipico locale valorizzato durante questo momento è stato il passito di Loazzolo degustato in occasione della visita all’adiacente Oasi WWF.

“Abbiamo dato la possibilità, in questo modo, a tanti giovani amministratori di potersi formare ed accrescere le loro competenze in diversi campi fondamentali soprattutto per chi amministra il bene pubblico – dichiara il consigliere provinciale delegato alle Politiche Giovanili Marco Lovisolo – senza dimenticare le proprie radici. La Provincia di Asti ha capito che bisogna fare sistema per cambiare e cogliere le opportunità”.

Il progetto della Provincia di Asti proseguirà con tre appuntamenti che si terranno: venerdì 2 luglio a Ferrere, martedì 13 luglio a Castell’Alfero e mercoledì 15 settembre a Belveglio.