Quantcast

Castagnole Lanze, al via la quarta edizione della rassegna d’arte “Punti di Vista”

A Castagnole Lanze la Chiesa dei Battuti Bianchi torna ad ospitare la rassegna biennale “Punti di vista”. La chiesa della Confraternita, dopo il restauro che ha portato alla luce l’antico e originale pavimento seicentesco, accoglierà le opere di Giovanni Sirio e di Luigi Rabellino.

Giovanni Sirio, nato ad Acqui Terme, vive a Castagnole Lanze dove ha lo studio. Laureato in ingegneria, insegnante in pensione, ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e all’ estero e conseguito premi e riconoscimenti. Legato alla terra di Langa e del Monferrato di cui rappresenta i paesaggi naturali, gli scorci di paese e la gente, immagini e sensazioni legate a momenti della sua fanciullezza, espone lavori ad acquerello e tecnica mista e sculture realizzate con materiale di recupero.

Luigi Rabellino, architetto di Santo Stefano Belbo, da sempre interessato alle manifestazioni artistiche, a partire dal 2000 ha intensificato il suo interesse per l’arte figurativa, in particolare per la pittura avvicinandosi all’arte astratta realizzata al computer riconducibile a quella che viene identificata come “digital art”. La sua ricerca espressiva, pur avendo una matrice dichiaratamente astrattista, persegue tre filoni: geometrico, paesaggistico e informale. Le opere sono prodotte sotto forma di files che vengono successivamente stampati su diversi tipi di supporto (carta, legno, pvc, dobnd, plexiglass, ecc.). La riproduzione di ogni opera digitale è esclusiva.

Punti di vista, giunta alla quarta edizione, è organizzata dalla biblioteca comunale. La rassegna, che mette a confronto artisti di Castagnole e dei paesi vicini che fanno parte del patrimonio Unesco, sarà inaugurata sabato 19 giugno alle 18. Resterà aperta fino a domenica 18 luglio e sarà visitabile il sabato e la domenica mattina dalle 10 alle 12.30 e al pomeriggio dalle 16.30 alle 19.00.

A Castagnole sarà anche possibile visitare il Parco della Rimembranza dedicato al Conte Paolo Ballada di Saint Robert e salire sulla torre panoramica, collegata da un sentiero percorribile a piedi o in bici, alle torri di Neive e Barbaresco. Una mappa d’artista, realizzata dalla pittrice castagnolese Gabriella Piccatto, fornisce utili suggerimenti su cosa fare e vedere nei 3 comuni.