Quantcast

Asti, visita del sindaco Rasero e delle assessore Cotto e Morra agli orti sociali in località San Quirico

Proseguono le visite del sindaco di Asti, Maurizio Rasero, con le assessore Mariangela Cotto e Stefania Morra, agli orti sociali della città.

Dopo quella di lunedì agli orti in via Monti, ieri, mercoledì 9 giugno, è stato il turno degli orti in località San Quirico, che si raggiungono arrivando da Corso Savona, dirigendosi verso Piazzale Traghetto vicino al campo da Rugby, proseguendo sempre avanti inoltrandosi nella fertile campagna del fiume Tanaro. In questa zona sono stati realizzati dal Comune di Asti 163 orti per ultra 60enni, attualmente tutti assegnati.
II grande lotto di terreno e stato diviso in due zone limitrofe: San Quirico 1 e San Quirico2.

Anche qui, come negli altri orti urbani, ogni appezzamento e dotato di rubinetto per l’irrigazione, di mobiletto per riporre gli attrezzi, recinzione, servizi igienici.
Al centro del lotto più grande, c’era una tettoia, che gli anziani volontariamente, con it materiale fornito dal comune e con la consulenza del geometra Russo (dipendente del Comune), nel 2020, hanno trasformato in una bella casetta in legno, con le pareti mobili che si possono aprire completamente d’estate per potersi riunire al fresco e si possono chiudere quando fa freddo, per giocare a carte e fare due chiacchiere.
Gli assegnatari, hanno votato i loro rappresentanti, che fanno da tramite con l’ufficio orti e accompagnano la referente del Comune durante i sopralluoghi negli orti per monitorare it buon andamento e/o segnalare guasti ecc…

A San Quirico 1 ci sono anche due orti richiesti dall’educativa territoriale dei servizi sociali, per ragazzi disabili, che vengono aiutati da assegnatari esperti e dall’educatrice, a coltivare i loro appezzamenti. I ragazzi sono motto felici di poter usufruire di questa attività all’aperto e si dedicano con motto impegno. Inoltre hanno modo di socializzare e confrontarsi, imparare dall’esperienza degli anziani.
II lotto di San Quirico 2 è più piccolo, dotato di tutte le attrezzature necessarie, compresa la zona sociale, costituita da una ampia tettoia, tavolo, panche e circondata da tanti fiori piantati dagli assegnatari. L’atmosfera è familiare e tranquilla, gli assegnatari dicono che nel silenzio della zona, riposano la mente.

Le richieste per l’assegnazione di un orto sono sempre molte, si procede tramite graduatoria in base alla data di presentazione della domanda. II costo complessivo è di 15 euro all’anno, costo molto modesto, che non copre le spese di manutenzione, ma che l’amministrazione non ha voluto aumentare per favorire i pensionati in un momento difficile di crisi a causa del covid.

rasero visita orti sociali san quirico
rasero visita orti sociali san quirico