Quantcast

Asti: primi concerti per gli studenti della sezione musicale dell’Istituto “Augusto Monti”

L’Istituto “Augusto Monti” di Asti ha attivato, da quest’anno scolastico, la prima classe del corso di Liceo Musicale, presentando al pubblico i primi concerti, svoltisi nei giorni 10 e 11 giugno, nell’Aula Magna della scuola.
I ragazzi della 1MA si sono esibiti alla presenza delle famiglie, di numerosi insegnanti e del Dirigente Scolastico, il Prof. Giorgio Marino, tutti accolti e sistemati nell’area destinata al pubblico, preparata nel rispetto delle normative anti-Covid.

Gli studenti hanno fornito un’ottima prova, anche coloro i quali erano alla prima vera esibizione pubblica.
Calorosi e sinceri gli applausi rivolti ai giovani aspiranti concertisti, con comprensibile orgoglio e soddisfazione nel vedere realizzato il concerto dopo un anno così difficoltoso. Ad incantare, le performances dei solisti dei vari strumenti, che hanno proposto un repertorio di pezzi di vari autori, da Vivaldi a Bach, da Schumann a Liszt, da Goldenberg a Dvorak. Sono piaciute molto anche le esibizioni per pianoforte a quattro mani, canto e pianoforte, flauto traverso e pianoforte, con la presentazione di pezzi classici come il Wiegenlied di Schubert o la Habanera dalla Carmen di Bizet, accanto ad alcuni evergreen più moderni come “Bohemian Rhapsody”, arrangiato e proposto al piano da un allievo. Degni di lode, infine, i due brani di musica d’insieme: la musica barocca di Haendel e una toccante esecuzione dell’“Halleluyah” di Cohen.

Anche il capo d’Istituto, Marino, non nasconde la sua soddisfazione: “I ragazzi del musicale sono stati bravissimi, non ho potuto fare a meno di notare quanto fossero uniti tra loro, alla pari degli insegnanti. Quando abbiamo sostenuto gli esami di ammissione lo scorso febbraio (2020), non immaginavo potessero migliorare così tanto in pochi mesi, tenendo anche conto dei periodi in cui le lezioni si sono svolte a distanza. Gli insegnanti del Liceo Musicale stanno organizzando, per il prossimo anno scolastico, un ricco calendario di concerti, collaborazioni e avvenimenti. La realizzazione di alcune iniziative era prevista nei mesi scorsi, ma la pandemia ha costretto docenti e allievi a rimandare il tutto”.

Marino prosegue: “Già dieci anni fa era in cantiere il progetto legato alla nascita del Liceo Musicale, ma alla fine non si è realizzato. Grazie alla collaborazione di diverse persone, tra cui la vicepreside Maurizia Branda e la docente Clara Ferretti, abbiamo avviato il tutto quest’anno. L’obiettivo che ci poniamo, adesso, è garantire continuità e lunga vita al nostro liceo”. E proprio la professoressa Ferretti, nominata referente del Liceo Musicale, racconta: “Il bilancio è estremamente positivo. Il concerto dei nostri ragazzi ci ha regalato una soddisfazione al di là di ogni aspettativa, basti pensare alle difficoltà di quest’anno, con le lezioni svolte in Dad per settimane, a causa del Covid”.