Quantcast

Asti: giornate in musica nel cortile della scuola media “Goltieri”

Sono tornati i saggi musicali nel Cortile della Scuola secondaria “Goltieri” dell’IC2 nell’ultima settimana di attività didattica.
Gli alunni delle tre classi del corso C ad indirizzo musicale si sono alternati su tre pomeriggi sia in brani solistici con flauti, violini, chitarre e pianoforti che in composizioni di musica d’insieme per piccole formazioni, fino ad arrivare all’orchestra.
Dopo diverse edizioni di concerti online riascoltare il suono prodotto dal vivo in un ambiente storico della nostra città ha consentito di valorizzare la musica eseguita con tanto entusiasmo dai giovani musicisti della “Goltieri” e di evidenziare l’ottima acustica del cortile, sono state eseguite composizioni di autori classici, colonne sonore e musica popolare.
La classe IC ha proposto un commento del mito di “Orfeo ed Euridice” attraverso testi, immagini e accompagnamento musicale curato dalle docenti Graziella Gianotti ed Elisabetta Penna.
Grande soddisfazione per i docenti Mariagrazia Reggio (chitarra), Mariangela Senore e Antonia Scarimbolo (pianoforte), Simona Scarrone (flauto), Marco Viola (violino) che nonostante le lezioni online sono riusciti a fornire a tutti gli strumentisti la possibilità di esibirsi in pubblico. Al termine della manifestazione sono stati consegnati gli attestati di partecipazione al Concorso musicale di Ozegna e le certificazioni conseguite al Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria.

Nello stesso ambiente si è svolto l’incontro con il cantautore astigiano Andrea Cerrato il 28 maggio. Dialogo, musica, emozione: queste tre parole potrebbero riassumere l’incontro-intervista scaturito da una proposta formulata dai ragazzi della redazione del Giornalino scolastico dell’IC2 Asti e supportata con entusiasmo dalle docenti Antonella Martella, Anna Scarponi, Viviana Tosto e Rosella Vercelli.
Si è trattato di un prezioso momento di condivisione in presenza tra Cerrato ed i ragazzi che, attraverso domande intelligenti, personali ed a tratti esistenziali, hanno aperto spazi di autentica e profonda comunicazione toccando temi quali memoria, esperienze, scelte, paure, coraggio, responsabilità e passaggi di vita per diventare grandi. Oltre alle interessanti domande, sono arrivate dall’attentissima platea molte altre osservazioni e condivisioni spontanee, che hanno reso (se possibile) ancor più significativo l’evento.
Tra una domanda ed una risposta Andrea Cerrato ha anche allietato i presenti e la Dirigente scolastica (dott.ssa Rosa Savarese) con l’esecuzione dal vivo di alcune sue canzoni. Ascolto, profondità, disponibilità e simpatia sono state le “note” sulle quali Andrea ha eseguito la “partitura” dell’incontro regalando a tutti un messaggio di coraggio e fiducia per il futuro.