Quantcast

Asti, “Approssimazioni”: a Palazzo Ottolenghi l’inaugurazione della mostra di Roberto Stefano Maria Giovannetti

Mercoledì 16 giugno alle 18 a Palazzo Ottolenghi si terrà l’inaugurazione della mostra di Roberto Stefano Maria Giovannetti “Approssimazioni”.

Dopo esperienze come grafico e come pittore, Giovannetti si è specializzato nella fabbricazione di elementi plastici. Una ricerca scultorea che parte da gli anni 70/80 quando insegnava nei laboratori di Attività Espressiva agli alunni delle scuole primarie.

Spiega il pittore Giulio Lucente nelle sue note critiche: “Si può dire che l’ approssimazione sia un procedimento di rappresentazione non esatto ma sufficientemente adeguato agli scopi perseguiti, un “accostarsi” al vero o al reale e in senso figurativo, un avvicinarsi ad un’immagine o a un’emozione e che non ha la pretesa di determinare con esattezza il suo oggetto e il sentimento che ne scaturisce, ma che comunque cerca di determinare punti di riferimento per una vera comunicazione. Il metodo dell’approssimazione in Giovannetti non solo vuole accostarsi al reale ma lo supera, lo trasfigura e va oltre la mera raffigurazione tridimensionale. Nei suoi lavori sviluppa un linguaggio “polisemico”, cioé portatore di più significati che possono essere letti in vari modi. Le sue opere sono il risultato di una curiosità e voracità culturale e intellettuale che spazia dalla letteratura al fumetto alto, dal cinema d’autore al genere gotico o Bmovie, e porta con se le sue esperienze di conoscenza della musica. Se ci si sofferma a “leggere” attentamente le opere dell’autore, i rimandi culturali stimoleranno certamente la ricerca e la riscoperta di collegamenti vitali con il proprio background culturale e lo porranno in comunicazione di una realtà che nell’approssimazione trova lo strumento vitale privilegiato per andare oltre la comunicazione immediata e la propria esperienza; una vera chiamata ad andare oltre”.

La mostra, patrocinata dal Comune di Asti, resterà aperta dal 16 al 29 giugno, tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 16 alle 19.30. Il venerdì e il sabato anche dalle 21 alle 23. Ingresso libero contingentato rispettando le normative vigenti. È obbligatorio indossare la mascherina durante la visita.