Quantcast

Acquisto immobile di nuova costruzione: quali passaggi compiere e cosa considerare

Più informazioni su

Spesso ci si domanda se sia meglio acquistare un immobile appena costruito, o addirittura in fase di costruzione, piuttosto che uno vecchio. Potendo contare su un discreto budget e sapendosi muovere nel settore edile, la prima soluzione appare preferibile. Lo è soprattutto se il progetto è ancora in corso d’opera, visto che in quel caso si ha la possibilità di intervenire attivamente per richiedere delle modifiche, così da disegnare su misura la casa dei propri sogni. In realtà conviene anche se l’immobile è già stato costruito, specialmente perché si avrà la certezza di comprare una casa con impianti di ultima generazione, moderna e con un certo grado di efficientamento energetico già garantito. Un altro vantaggio riguarda l’ecosostenibilità e il benessere abitativo, altrettanto importanti. A questo punto vale la pena capire quali sono i passaggi da compiere e cosa considerare in fase d’acquisto.

Quali sono i passaggi fondamentali

Se si parla degli immobili di futura costruzione, il primo passaggio è abbastanza scontato: prenotare l’acquisto, in modo tale da bloccare la casa o l’appartamento di uno stabile. Per la valutazione del valore della casa basta far riferimento al capitolato, che include tutti i beni compresi e le tecnologie utilizzate. Naturalmente, a livello burocratico uno degli step più importanti è il contratto preliminare di vendita, che prevede il versamento della cifra necessaria per poter avviare i lavori di cantiere. Infine, quando i lavori saranno conclusi, l’acquirente dovrà saldare la rimanenza al momento del rogito e prendere finalmente possesso della casa acquistata. È bene sottolineare che, in caso di richieste di modifiche in corso d’opera, le spese relative a queste ultime verranno interamente addebitate all’acquirente.

I fattori da considerare

I vantaggi dovuti all’acquisto di un immobile nuovo sono, come già visto, numerosi e comprendono la certezza di una classe energetica elevata e la sicurezza di trovare impianti a norma e di ultima generazione. In situazioni simili di solito si rende necessario anche provvedere alle utenze domestiche, seguendo le istruzioni presenti sul sito del fornitore ENGIE ad esempio, per richiedere l’allaccio del gas; lo stesso discorso naturalmente è valido per la luce elettrica e per altri risorse fondamentali come l’acqua e la connessione a internet. Un altro fattore da considerare riguarda la struttura antisismica e l’isolamento acustico degli edifici di nuova costruzione, oltre alla già citata possibilità di intervenire in corso d’opera per richiedere delle modifiche al progetto iniziale. Naturalmente ci sono anche degli svantaggi da prendere in considerazione, come i tempi di attesa, che possono essere anche piuttosto lunghi, e i costi più alti sia per quanto riguarda l’acquisto della casa in sé, sia per quel che concerne la sua intestazione.

Concludendo, le case in costruzione possono rappresentare un’occasione davvero unica, ma si tratta pur sempre di un passo delicato che richiede molte attenzioni e un’accurata programmazione dei passaggi da seguire.

 

Più informazioni su