Quantcast

Spumanti e sparkletini protagonisti dei nuovi progetti Bosca di applicazione dell’industria 4.0

Prosegue anche nel 2021 il percorso di upgrade tecnologico del processo produttivo di Bosca. Nuovi investimenti dedicati a due delle linee più conosciute della realtà canellese

Più informazioni su

Bosca conferma la volontà di investire nell’industria 4.0 e focalizza gli investimenti sulle linee di produzione di Spumanti e Sparkletini. Un ulteriore passo all’interno di un percorso, intrapreso nel 2018, volto all’applicazione di tecnologie innovative e all’ottimizzazione della qualità, efficienza e interconnessione dell’intero processo produttivo dello stabilimento di Costigliole D’Asti.

In queste settimane, è in fase di completamento l’installazione delle nuove dotazioni che includono un sistema di controllo ottico per la qualità delle etichettature, un CIP automatizzato di microfiltrazione e lavaggio del circuito di sciacquatura e riempimento, delle sleeveratrici per il lancio di un’ultima generazione di prodotti. Subito a ruota, partirà una fase di pre-studio per valutare la creazione di un nuovo “Reparto Malto” per raddoppiare la produzione di fermentato di malto per Verdi e Sparkletini così da sostenere l’ampia domanda del mercato sia in Italia che all’estero.

“Da 190 anni il nostro approccio al mondo delle bollicine e del vino è improntato all’esplorazione di nuove proposte che possano ispirare e attrarre gli appassionati del settore e il grande pubblico. Questo carattere esplorativo lo applichiamo anche alla produzione, ottimizzandone i processi e avvalendoci di strumentazioni all’avanguardia con applicazione dell’Industria 4.0.” commenta Pia Bosca, CEO di Bosca. “I progetti in cantiere sono molti e vari. Stiamo infatti prendendo in esame, per i prossimi anni, di adottare soluzioni per aumentare i volumi di produzione degli spumanti e di ampliare il comparto di “Ricerca e Sviluppo.” conclude Pia Bosca.

Molte le integrazioni apportate dall’azienda negli ultimi anni che seguono le linee dettate dal piano Industria 4.0 finalizzate a rafforzare l’interconnessione tra i vari elementi coinvolti nel processo produttivo. A partire dalla vendemmia 2020 è stata finalizzata l’automazione dei vinificatori e delle autoclavi di spumantizzazione. Grazie ad un insieme di software e sensori, è possibile verificare e modificare la temperatura di fermentazione, la pressione degli spumanti e accendere/spegnere i sistemi di movimentazione interna del liquido richiesti dai protocolli di vinificazione e spumantizzazione. Un upgrade che consente di gestire al meglio il bouquet dei vini e la finezza del perlage.

Nel 2019, son stati completamente rinnovati il controllo ottico, l’avvolgitore, l’incartonatrice della linea di produzione degli Sparkletini. Mentre risalgono al 2018 le azioni volte alla sostituzione quasi totale della linea spumanti (pallettizzatore, riempitrice, incartonatrice, fondolinea, vasche) con l’obiettivo di massimizzare la qualità del prodotto e la sicurezza. Nello stesso anno è stata anche completata la costruzione di un reparto frigorifero di stoccaggio dei mosti, tra cui il Moscato, per avere la possibilità di gestire da remoto il controllo delle temperature.

Più informazioni su