Quantcast

Lettere al direttore

Scuole di Asti, primo questionario di gradimento del servizio mensa: “Importante opportunità di partecipazione cittadina”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato della Commissione Mensa della città di Asti.


Siamo molto soddisfatti che finalmente anche ad Asti sia stato avviato un questionario rivolto a genitori e docenti per il gradimento del servizio di refezione scolastica. E’ la prima volta che si propone un sondaggio del genere ed è indubbiamente un segnale importante. Verificare l’effettiva “qualità percepita”, la valutazione del pasto e del servizio in generale in termini di gradimento è importante per dare informazioni, dati e spunti per migliorare il servizio nel suo insieme”, affermano i referenti della Commissione Mensa Cittadina, formata dai referenti designati dalle Commissioni di ciascuna istituzione scolastica.

Il benessere dei bambini e dei ragazzi, ma anche degli adulti, parte proprio dall’alimentazione; ecco perché la qualità della mensa scolastica sta a cuore a tutti e ognuno è chiamato a dare il proprio contributo in termini di osservazioni e suggerimenti.

I questionari sono frutto di un lavoro di condivisione tra la Commissione Mensa Cittadina, che li ha proposti, e l’Amministrazione, che li ha accolti fornendo suggerimenti e correttivi. E’ una grande occasione affinché tutti, genitori e docenti, possano far sentire la loro voce. I genitori pagano per un servizio che viene erogato quotidianamente ed è giusto che possano esprimere la propria opinione, mostrando soddisfazione, offrendo suggerimenti oppure sottolineando criticità e desiderio di cambiamento. I docenti, d’altro canto, vigilano da un punto di osservazione privilegiato: hanno a cuore il benessere generale dei propri alunni, che passa anche da un’alimentazione corretta, sana ed equilibrata, e hanno la possibilità di verificare quotidianamente l’andamento del servizio. In un anno come questo, durante il quale non è stato possibile effettuare monitoraggi all’interno dei centri cottura e dei refettori scolastici, raccogliere dati dall’utenza è quanto mai importante.

In questi mesi è stato avviato un tavolo di confronto molto articolato tra commissari mensa e Amministrazione sulle criticità e le prospettive future del servizio di refezione scolastica della nostra città. Le nuove regole legate all’emergenza sanitaria hanno modificato le modalità di erogazione del servizio e queste hanno reso più evidenti alcune criticità già presenti che sono state sottoposte all’Unità Operativa Mensa durante diversi incontri (menu, qualità, temperature, porzioni, orari di consegna, ecc.). Trattandosi di un servizio con mensa trasportata (e non cucinata in loco) sono molti gli aspetti da monitorare.

L’Amministrazione e il Sindaco hanno prontamente raccolto i segnali di malumore da parte dei genitori per le criticità segnalate e il tavolo di confronto è ancora aperto per trovare soluzioni e migliorare il servizio. Le opinioni dei genitori e degli insegnanti possono contribuire a indicare gli obiettivi da porre per il breve e il lungo periodo: ad esempio avviare progetti di educazione alimentare per alunni, genitori e docenti; puntare alla qualità delle materie prime e alla costruzione di menù vari, chiari, sani e gustosi; costruire un protocollo rigoroso di controllo del servizio; avviare progetti di formazione per tutti gli attori del servizio stesso (cuochi e personale delle ditte, commissari mensa, addetti del Comune, personale docente).

Sta per chiudersi quest’anno scolastico reso così complicato dalla pandemia. Non sappiamo ancora cosa ci aspetterà a settembre. Per la mensa non sappiamo quali saranno le indicazioni operative fornite riguardo alla situazione sanitaria e, rispetto alla nostra città, non abbiamo ancora nessuna informazione sull’avvicendamento tra le ditte attuali, Camst e Dussmann, e la ditta Vivenda che ha vinto il ricorso al Tar.

Speriamo che i genitori e gli insegnanti colgano questa importante opportunità di partecipazione cittadina per monitorare il gradimento di un servizio molto delicato che riguarda tutti i bimbi e i ragazzi astigiani.


Il questionario è stato avviato il 10 maggio e resterà on line ancora per diversi giorni. Il link per la compilazione è stato inoltrato dai Dirigenti scolastici a tutte le famiglie che usufruiscono del servizio e a tutti i docenti.

E’ possibile seguire le attività della Commissione Mensa Cittadina attraverso la pagina Facebook CommissionemensacittadinaAsti