Quantcast

Quando è necessario andare dal veterinario a Torino

Più informazioni su

Non tutti i proprietari di animali da compagnia riescono a comprendere quando il loro amico a quattro zampe sta male. Del resto può capitare di non riuscire a “leggere” i comportamenti di un animale, che non è in grado di esprimere con parole e gesti il proprio stato di salute. Oltre a questo spesso chi ha un animale che non ha mai avuto problemi di salute, interpreta in modo scorretto i segnali che lo stesso cerca di inviare. Cerchiamo di capire quanto e quando è importante portare il cane o il gatto da un veterinario a Torino, in modo da intervenire in maniera repentina in caso di problemi di salute.

Il comportamento del cane o del gatto
Chi possiede un animale, sia esso un cane, un gatto o anche un animale di altro genere, dovrebbe imparare a comprendere quali sono i suoi comportamenti abituali. La maggior parte degli animali infatti segue una specifica routine e preferisce non modificarla. Le abitudini si instaurano rapidamente, un cane di 1 anno ha già dei comportamenti tipici e routinari, facili da ricordare. Nel momento in cui, senza alcun apparente motivo, l’animale modifica il proprio comportamento solito, è consigliabile osservarlo, per capire se sta male o ha qualche problema. Un gatto che dorme per l’intera giornata e che non risponde agli stimoli, fatti anche con il suo gioco preferito; un cane che non corre alla ciotola all’ora del pasto; un rettile che smette di catturare le piccole prede che mettiamo nel suo terrario. Tutti questi comportamenti sono da osservare, portare l’amico a 4 zampe dal veterinario a Torino può essere un’ottima idea.

Pasti e bisognini
Se l’inattività o la mancanza di risposta agli stimoli sono spesso segnali di una patologia in atto, non dimentichiamoci poi dei pasti e dei bisognini. Tutti gli animali hanno un cibo preferito; se non si avvicinano alla ciotola proviamo ad offrire loro la pappa che adorano: se non mangiano neppure quella c’è un problema. Anche le feci, scarse, abbondanti, troppo morbide o troppo dure, sono un chiaro segnale dello stato di salute dell’animale. Lo stesso dicasi per l’urina, quando è troppo abbondante, o assente, è consigliabile portare l’animale dal veterinario a Torino, che sarà in grado di valutare la situazione. Tutti questi segnali vanno esaminati se non vi è stato alcun cambiamento alla routine quotidiana; per fare un esempio, un cane che è un poco costipato dopo una grigliata in giardino con gli amici probabilmente ha saputo farsi voler bene da tutti e in molti gli hanno allungato un bocconcino.

Visite periodiche dal veterinario a Torino
Se il nostro animale da compagnia non manifesta alcun tipo di comportamento diverso dal solito è comunque importate portarlo dal veterinario, almeno una volta all’anno. Visto che numerosi animali devono essere sottoposti a dei vaccini periodici, quest’occasione è perfetta anche per una visita completa. I veterinari in genere si comportano in questo modo, quindi visitano l’animale prima di vaccinarlo. È un buon modo per tenere sotto controllo tutti gli animali, anche quelli molto giovani, dei quali non abbiamo ancora registrato le abitudini principali.

Image by David Mark from Pixabay

Più informazioni su