Quantcast

Presidio Slow Food al NaturaSi di Asti: giornata dedicata al Carciofo astigiano del Sorì

Sabato 8 maggio presso il NaturaSì di piazza Porta Torino 14 in Asti sarà presentato un nuovo presidio biologico Slow Food, il primo del nostro territorio: il carciofo astigiano del sorì; è il frutto della collaborazione con la giovane azienda agricola DUIPUVRUN di Costigliole d’Asti.

Il carciofo astigiano del sorì deve il suo nome all’ambiente di coltivazione dove trova le condizioni ottimali per crescere.

Il sorì, bello per suono e immagine, è il termine dialettale piemontese che evoca il soleggiato dei versanti collinari esposti a mezzogiorno, dove, oltre alle vigne migliori, si coltiva il carciofo astigiano.

I sorì dell’Astesana, in un’area delimitata dal fiume Tanaro e dai torrenti Tiglione e Belbo, storicamente ospitano questa coltura offrendo, alle medie quote collinari, condizioni pedoclimatiche ideali.

I capolini del carciofo sono ovoidali, allungati e senza spine, dal gusto dolce e delicato al palato, caratteristiche che lo rendono ottimo per il consumo a crudo. La raccolta è scalare e avviene manualmente, durante tutto il mese di maggio.

Questa varietà ha una storia lunga ed è stata tenacemente custodita e tramandata negli orti famigliari, a fianco dei filari delle vigne ben esposte e in piccole produzioni contadine, ora riconosciute come presidio Slow Food, all’interno di un progetto nato nel 2016 nella carciofaia Duipuvrun di Costigliole d’Asti per ridare valore al carciofo astigiano da un punto di vista economico, gastronomico, storico e comunitario.

Un progetto agricolo che nei suoi presupposti si propone di contrastare la riduzione della biodiversità e la semplificazione dei paesaggi, riconosciute come questioni centrali su scala globale.

AREA DI PRODUZIONE
Le colline astigiane delimitate dal fiume Tanaro e dai torrenti Belbo e Tiglione e alcuni comuni limitrofi, in provincia di Asti. Il carciofo astigiano del sorì sarà disponibile all’acquisto al NaturaSì di piazza Porta Torino per tutto il mese di maggio, periodo naturale di raccolta.

carciofo del sorì