Quantcast

Note, disegni e testi: gli alunni dell’Istituto Comprensivo 2 di Asti hanno partecipato alle Giornate dell’Unità Nazionale

Anche quest’anno l’Istituto Comprensivo 2 – Asti ha voluto festeggiare l’anniversario dell’Unità d’Italia partecipando alle “Giornate dell’Unità Nazionale, Inno, Bandiera e Costituzione”.

Come ogni anno l’Istituto capofila di Santena si fa promotore di questa iniziativa raccogliendo materiali forniti dagli istituti appartenenti alla rete, tramite un forum aperto dall’Ufficio Scolastico Regionale, nell’ambito della tematica “Alla scoperta della nostra storia – Il Castello di Cavour, a scuola di Costituzione”.

A suon di note, disegni, testi, Tricolore ed entusiasmo, gli alunni della classe V B della primaria Baussano e della classe III C della secondaria di primo grado Goltieri hanno preso parte alla manifestazione, che a causa del persistere dell’emergenza epidemiologica e delle più restrittive misure adottate dalla Regione, sono slittati da marzo allo scorso venerdì 23 aprile, giornata stabilita per la restituzione e diffusione dei lavori.

“Le classi hanno così potuto assistere ad una rassegna dei singoli prodotti formativi attraverso una piattaforma in modalità sincrona e plaudire l’impegno e il talento dei compagni delle altre scuole – spiegano gli insegnanti – Anche i nostri ragazzi hanno ricevuto un entusiasta e sincero ringraziamento per il contributo.

Gli alunni della V B hanno realizzato un video sul percorso “Come nasce una legge”, attraverso la lettura e la riflessione di alcuni articoli della Costituzione, sono pervenuti alla formulazione della “Legge che vorrei” individuando un percorso burocratico meno faticoso e più breve per coloro che giungono nel nostro paese.
Gli studenti della scuola secondaria sezione ad indirizzo musicale, con la regia dei professori di strumento, hanno realizzato un’esecuzione canora e orchestrale del brano “Viva l’Italia” di Francesco De Gregori con flauti, violini, chitarre e pianoforte.

“L’alto valore della Legge, la riflessione sulla storia che ci accomuna, e la collaborazione ad un progetto comune hanno ispirato i nostri ragazzi e la loro emozionante ed emozionata partecipazione”.