Quantcast

Il Liceo Classico di Asti partecipa alla Giornata Mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia

Incontro on-line tra gli studenti e il regista Gino Caron, autore del docu-film “Essere Lydia”

Si svolgerà oggi pomeriggio, lunedì 17 maggio, dalle 15 alle 16, l’incontro on-line tra gli studenti del triennio del Liceo Classico e il regista Gino Caron, ex-alunno dell’Istituto e autore del docu-film “Essere Lydia”.

Si tratta di una ricostruzione, tramite interviste ai familiari e scene del primo GayPride di Asti del 2019, della vita del giovane astigiano Manuel Tumbaco, che voleva essere donna e morto suicida nel 2017, dopo aver subito una aggressione sessuale.

Il docu-film  ha vinto nel 2020 la sesta edizione del progetto “Professione documentario” nell’ambito del Glocal Festival di Torino, dove è stato premiato da una giuria composta da 330 studenti di 14 istituti torinesi e piemontesi.

Il documentario è stato proiettato nei giorni precedenti in tutte le classi del triennio ed è stato spunto di una prima riflessione proposta agli studenti sul tema della uguaglianza di diritti e della parità di genere e di alcune discussioni svolte con i docenti: oggi pomeriggio gli studenti avranno occasione di incontrare il regista e di dibattere sui risvolti della vicenda e sulle tematiche della tolleranza nella realtà astigiana.

La data è stata scelta in quanto è la ricorrenza della Giornata Mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia: la scelta rientra nel Palinsesto culturale del Liceo Classico, che prevede momenti di formazione su tematiche significative di ambito storico, sociale e culturale che concorrono a realizzare il profili del cittadino responsabile e consapevole di domani.

 Giornata Mondiale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia