Quantcast

Il Castello di Govone si illumina di rosa per il Giro d’Italia

A 10 anni di distanza dall’ultima volta, e nel 160° Anniversario dell’Unità d’Italia, Torino e la Regione Piemonte ospiteranno la Grande Partenza del Giro d’Italia. La prima frazione sarà una cronometro individuale di 9 chilometri per le vie di Torino; la seconda una tappa adatta ai velocisti da Stupinigi (Nichelino) a Novara (173 chilometri) mentre la terza partirà da Biella per terminare a Canale dopo 187 km.

Per l’occasione, tanti monumenti del Roero si sono illuminati di rosa. Dopo il campanile di Canale, simbolo della città dove il Giro farà tappa lunedì 10 maggio, si colora di rosa anche il Castello Reale di Govone, residenza sabauda che domina l’intero paese e la valle del Tanaro dalla cima di una collina.
Il Castello di Govone e il Campanile di Canale fanno parte di una sorta di “vie en rose” di luce, che accompagnerà gli atleti lungo il loro percorso ciclistico.

“Roero e Langa di vestono di rosa: è un’occasione favolosa di sport e promozione – spiega il senatore Marco Perosino, originario proprio di Govone – Govone con il suo castello è il simbolo della storia sabauda e popolare, è un biglietto da visita di presentazione. Credo che avremo soddisfazione e riscontro per l’impegno di tutti, e in particolare per la sensibilità dell’amministrazione comunale”.
“Siamo felici di partecipare alla grande festa per il Giro d’Italia – aggiunge Luca Malvicino, Vicesindaco Govone. – Anche se la terza tappa non tocca i confini comunali, partecipiamo volentieri a questo importante momento per il Roero”.