Quantcast

E’ nata la “Via del miele Astigiano”: apicoltori e luoghi suggestivi pronti ad attrarre turisti

La tendenza del momento, in fatto di sviluppo della domanda turistica, è promuovere una destinazione raccontando non più solo luoghi, ma anche persone, comunità e progetti. Per soddisfare queste nuove aspettative di gite e vacanze, consapevoli, slow e di prossimità, alla ricerca di esperienze autentiche, è nata la Via del miele Astigiano, ideata dall’esperto di promozione turistica Davide Palazzetti.

“Diciassette appassionati apicoltori, distribuiti su tutto il territorio provinciale promuoveranno le loro spettacolari produzioni e il loro bellissimo territorio. Un modo nuovo e distintivo per promuovere l’Astigiano con la qualità naturale dei suoi mieli e di tutto l’affascinante mondo delle api che ne è alla base. Interessante risposta alla domanda di esperienze da quel turismo di prossimità a cui dovremo abituarci per un po’, esperienze dolci come il miele” commenta Palazzetti che continua: “L’apicoltura e il suo rapporto con la natura sono indubbiamente l’ambiente perfetto per soddisfarle: da degustazioni e visite guidate in azienda, fino alla partecipazione attiva, per portarsi a casa il proprio miele. Occasioni di valorizzazione della grande ricchezza e varietà di paesaggi, borghi, castelli, storia, arte e natura, seguendo i Dolci itinerari della Via del miele Astigiano”.

Sei gli itinerari, studiati per far scoprire il territorio con calma e dolcezza, in più volte, più fine settimana, più giorni, per aumentare con la frequenza le presenze di visitatori e turisti. Diciassette posti promossi sulla pagina Facebook dedicata (clicca QUI), e su quelle dei loro apicoltori: Buttigliera d’Asti, Callianetto, Camerano Casasco, Capriglio, Castelnuovo Calcea, Castelnuovo Don Bosco, Cocconato, Costigliole d’Asti, Cunico, Frinco, Monastero Bormida, Montegrosso d’Asti, Piovà Massaia, Portacomaro, San Damiano d’Asti, Vallarone ad Asti e Villanova d’Asti. Tanti spettacolari borghi che stanno trovando spazi di racconto con questo nuovo strumento di promozione territoriale, ricco di contenuti, followers, interazioni e richieste, nonostante le poche settimane d’anzianità; chiaro sintomo che il tema attragga.

L’innovazione e la gamma delle proposte sono gli stessi elementi che hanno caratterizzato il successo di un altro prodotto simile, lanciato un paio d’anni fa sempre da Palazzetti: “La via dei formaggi Astigiani”. Due vie per favorire lo sviluppo turistico con lo stesso anche lo scopo: moltiplicare le motivazioni e le occasioni di scelta e visita, aumentare la permanenza sul territorio e le presenze nelle tante accoglienti strutture ricettive dell’Astigiano.

la via del miele astigiano