Quantcast

Domenica speciale a Montechiaro d’Asti, tra Palio e Giro d’Italia

Domenica 9 maggio, passerà alla storia come una giornata ricca di avvenimenti per il Comune di Montechiaro d’Asti.

Gli eventi speciali sono iniziati al mattino alle 11, con l’inaugurazione della sede del comitato palio, alla presenza del sindaco di Montechiaro, Paolo Luzi, del capitano del Palio di Asti Michele Gandolfo. Taglio del nastro del rettore del comitato palio Renzo Cordero, visibilmente commosso, onorato ed orgoglioso di avere ricevuto un incarico così prestigioso per il Comune e, con l’obbiettivo di esaltare al massimo i colori bianco azzurri: questa è la prima tappa di un percorso che riporti Montechiaro agli antichi fasti di gloria paliofili. Cordero ha ringraziato tutti i presenti e gli addetti ai lavori, che hanno reso magnifica la sede. La cerimonia ha visto la presenza anche di damigelle e sbandieratori che hanno portato una nota di colore alla cerimonia dell’inaugurazione.

Il capitano del Palio, ha parlato di rinascita del Palio dopo la pandemia, con l’inaugurazione di sede come simbolo di partenza di un nuovo percorso. Il Sindaco ha commentato che “questo comitato aveva bisogno di un nuovo look, ad iniziare dal rettore con una persona capace e di equilibrio in Renzo Cordero, le persone che valgono, possono portare un valore aggiunto alla comunità. La sede era indispensabile, visto la composizione del comitato con neofiti e altri con esperienza, l’amministrazione comunale, ha ritenuto idonea questo locale ricco di storia, considerando anche che il comitato ogni anno propone sfilate con vissuti medievali del Comune di Montechiaro.”

montechiaro

Nel primo pomeriggio , seconda tappa del 104 giro d’Italia con GPM sulla provinciale adiacente al gioco del tamburello, dov’è ancora radicata la pratica del tambass, tra antiche mura e forti campanilismi, nonché terra del tartufo bianco del nostro territorio, dove esiste una delle tartufaie più grandi d’Italia, in valle Bariello, dove c’è “il grande Bosco”.

Il commento finale di una giornata così speciale da parte del sindaco va alle Forze dell’Ordine e alla Protezione Civile locale: “Questo è stato un’evento eccezionale, la protezione civile se l’è cavata bene, anche se è nata da poco, solo nel novembre 2020, rinforzata per l’occasione, anche dai volontari del gruppo di Castell’alfero e dall’Ana di Asti che hanno collaborato con i Carabinieri di Montechiaro. Un grazie a tutti per l’assistenza che date per l’assistenza nelle scuole ed al centro vaccinale…è andato tutto bene…”

montechiaro