Quantcast

Continua la campagna di vaccinazioni anti-covid: ad Asti oltre 86mila dosi somministrate

All'hub di via Guerra raggiunta la quota di 10.000 vaccini

La campagna di vaccinazione anti-Covid nell’Asl di Asti prosegue secondo le priorità individuate dal piano regionale e nazionale: dalla prossima settimana partiranno le somministrazioni per le persone “fragili” fra i 16 e i 59 anni, con esenzione per patologia, per cui sono state aperte le pre-adesioni, mentre continua la possibilità di pre-aderire per le persone fra i 55 e i 59 anni.

Sono in tutto 86.855 i vaccini effettuati nel territorio dell’azienda sanitaria: 59.675 cittadini hanno ricevuto la prima dose, 27.180 anche la seconda dose. Nei prossimi giorni si concluderà la somministrazione della prima dose per le persone fra i 70 e i 79 anni, entro fine mese – se la disponibilità dei vaccini continuerà a essere assicurata – quella per la fascia fra i 60 e i 69 anni.

Nella giornata di oggi, al centro vaccinale di via Guerra verrà raggiunta e superata la quota di 10.000 vaccinazioni: un importante traguardo simbolico raggiunto grazie alla collaborazione fra istituzioni, oltre che al lavoro quotidiano del personale sanitario e dei volontari impegnati.

E proprio in questi giorni la Banca di Asti, congiuntamente all’Asl di Asti, ha avviato la campagna di comunicazione “Ci piace prenderci cura di te”, per ricordare l’impegno comune a favore del territorio, che ha permesso l’apertura dell’hub di via Guerra.

“È una frase che incarna pienamente lo spirito della nostra azienda sanitaria, che è prendersi cura dei cittadini – commenta il direttore generale Asl At Flavio Boraso –. Ringrazio quindi la Banca di Asti e tutti gli enti che stanno collaborando a questa campagna vaccinale, così come le associazioni e i volontari che stanno supportando i nostri operatori”.

Ci piace prenderci cura di te