Quantcast

Le Rubriche di ATNews - ATnewsKids

Bullismo e Cyberbullismo raccontati da una studentessa: a chi rivolgersi ad Asti per chiedere aiuto?

Secondo una ricerca del febbraio 2021 alcuni pediatri hanno affermato che in Piemonte oltre il 50% dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni è stato vittima di bullismo, di questi il 22,2% ha subito azioni di cyberbullismo. Inoltre, secondo la Società Italiana di Pediatria, nell’ultimo anno le denunce alla polizia postale per reati connessi al cyberbullismo sono cresciute del 65%.
Il bullismo si manifesta quasi sempre nelle scuole, questo perché è la scuola un luogo in cui sono presenti più ragazzi contemporaneamente e nel quale atteggiamenti indisponenti o vessatori verso compagni più deboli spesso sfociano in comportamenti aggressivi o violenti. Il luogo in cui si manifesta il cyberbullismo invece è ovviamente internet dove si possono manifestare azioni di pressione, aggressione verbale, ricatto, denigrazione e diffamazione tramite i social. Colui o coloro che compiono queste azioni si sentono al sicuro perché si trovano davanti a uno schermo e perciò si sentono più liberi di dire e fare ciò che vogliono. In questo ultimo anno, il cyberbullismo è aumentato a causa del lockdown, infatti passando più tempo a casa i ragazzi sono rimasti sui social più a lungo e questo ha aumentato la probabilità di cadere vittime di un cyberbullo.

Se si è vittima di bullismo o cyberbullismo bisogna subito rivolgersi a familiari e insegnanti che possono aiutare a risolvere questa situazione perché bisogna sapere che le vittime si sentono demotivate e tendono ad isolarsi. Esistono anche associazioni che aiutano i ragazzi tramite il supporto di psicologi. Anche ad Asti ci sono associazioni del genere, per esempio l’Associazione Mani Colorate che è provvista di uno sportello psicologico apposta per aiutare i ragazzi vittima di bullismo o cyberbullismo. Il servizio di questo sportello è gratuito. Tutti, che siano docenti, alunni o genitori, possono rivolgervisi: si viene seguiti da uno psicologo e ogni persona può scegliere il numero di sedute da svolgere.

Da Maggio 2021 gli incontri torneranno a svolgersi in presenza, ma in caso di una variazione delle norme contro il Covid-19 essi saranno nuovamente online. Al termine degli incontri, l’umore e il comportamento della vittima potrebbero migliorare oppure potrebbero rimanere uguali, ma è sicuramente importante il fatto di sentirsi accolti in un ambiente in cui si può dare sfogo al proprio vissuto e alle proprie emozioni protetti dalla privacy. Oltre all’attività di sportello Mani Colorate svolge importanti progetti all’interno delle scuole con psicologi e insegnanti dalle elementari alle superiori per risolvere problemi giovanili come il contrasto alle nuove forme di dipendenze, le difficoltà di relazione e integrazione, la dispersione scolastica, l’uso sicuro e consapevole di internet.
Nel caso si manifestassero episodi di bullismo molto gravi, oppure con gli estremi e le condizioni per un ammonimento o una denuncia, è possibile contattare la Polizia Postale recandosi nella centrale di Asti, in Via Giuseppe Verdi n. 17, oppure si può telefonare al numero 0141357270.
Per contattare Mani Colorate: email info@manicolorate.it; telefono 3342569746

Sofia A. 3C – Scuola Media Parini – Asti