Quantcast

Alba: aggiornamento sulla situazione Coronavirus

Ad Alba i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 7 di cui 0 ricoverati. I decessi di persone affette da Covid-19 da inizio pandemia sono 72.
I guariti da inizio pandemia sono 1337.

I dati si riferiscono alla piattaforma Covid-19 a cui hanno accesso i Comuni realizzata dal Csi per la Regione Piemonte.

“Anche la terza ondata iniziata a fine febbraio sta finalmente terminando e i contagi in città sono ormai ridotti a poche persone – spiega il sindaco Carlo Bo -. All’ospedale Ferrero di Verduno oggi sono 18 le persone ricoverate, nessuna in terapia intensiva. Il piano vaccinazioni dell’Asl Cn2 è arrivato a 93.216 somministrazioni. Sono 61.447 le persone vaccinate con almeno una dose e 31.769 quelle con due”.

Il Piemonte è in “zona gialla”
In base al decreto-legge 18 maggio 2021, n. 65, i limiti orari agli spostamenti hanno inizio alle ore 23:00 e terminano alle ore 5:00 del giorno successivo, fatti salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Da martedì 1 giugno sarà possibile consumare cibi e bevande all’interno dei locali anche oltre le 18, fino all’orario previsto per rispettare il coprifuoco, e, sempre dalla stessa data, per tutte le competizioni o eventi sportivi all’aperto è consentita la presenza del pubblico, nei limiti previsti del 25% della capienza massima e con il limite di 1000 persone.

È possibile contattare il Dipartimento di prevenzione dell’Asl Cn2 telefonando allo 0173/316619 o scrivendo una mail a dipp.alba@aslcn2.it .

Si ribadisce l’importanza delle misure di prevenzione igienico sanitaria:
1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3. evitare abbracci e strette di mano;
4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.