Quantcast

Polo Cittattiva, Riconessioni_11 riparte con la videoconferenza “Il paesaggio educa lo sguardo”

Riconessioni_11 riparte sabato 10 aprile 2021 alle 16 con la videoconferenza “Il paesaggio educa lo sguardo” organizzata da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’albese – I.C. di San Damiano, Museo e Proloco di Cisterna d’Asti, Associazione “I love San Felice”, Comitato “Amici di Robella”, Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano, Israt, Ecomuseo delle Rocche del Roero, Associazione Canale Ecologia, Gruppo Rocche ‘n Roll con con Fra Production Spa, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti.

Introduce e modera Marco De Vecchi (Presidente dell’Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano). Interverranno Nada Ravizza (Provincia di Asti), Gian Piero Godio (già Commissario Co.Re.Com. Piemonte), Angelo Porta (vicepresidente Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta), contributo video di Luisella Pavan – Woolfe (Direttrice della Sede Italiana del Consiglio d’Europa), Sergio Conti (Università di Torino), Anna Lidia Goria (Fai Asti), (Ente turismo Langhe, Monferrato, Roero).

Un appuntamento importante e fortemente voluto dall’incontro di diverse realtà.

Il paesaggio non è solo qualcosa che ci circonda ma gli apparteniamo e siamo il risultato di quello nel quale siamo cresciuti.

Per questo il paesaggio educa lo sguardo: godere di luoghi di cui è stata tutelata la bellezza, li promuove come valore e bene collettivo dotato anche di un potere taumaturgico. La pandemia ha evidenziato la necessità di una tutela ambientale al centro di politica, economia ma anche delle scelte individuali.

Per questo è necessario coltivare un “nuovo umanesimo” che veda il paesaggio non solo come risorsa da sfruttare ma come capitale e motore di sviluppo di tutti i territori.

L’incontro evidenzierà l’approccio innovativo dell’ Astigiano ai temi della valorizzazione del Patrimonio culturale nella prospettiva europea.

L’iniziativa, infatti, è anche un’occasione per discutere della Convenzione di Faro. La dott. Luisella Pavan – Woolfe (direttrice della sede italiana del Consiglio d’Europa) ne parlerà in un contributo video.

Al termine dell’ incontro, gli organizzatori la sottoscriveranno condividendone i principi e anche per dare il proprio contributo al fine di tutelare e valorizzare il paesaggio, inteso come “risorsa sia per lo sviluppo sostenibile che per la qualità della vita”.