Quantcast

Il menù primaverile al centro del terzo incontro tra Commissione mensa e Comune

Nel pomeriggio di giovedì 1 aprile si è tenuto il terzo incontro programmato tra l’Ufficio Mense Scolastiche presso il Comune di Asti e la Commissione Mensa Cittadina, mediante collegamento sulla piattaforma GoToMeeting.

Su espressa richiesta della Commissione Mensa Cittadina, era presente all’incontro il sindaco Maurizio Rasero.
Preliminarmente è stato affrontato il tema del ruolo e delle finalità della Commissione Mensa Cittadina, nata con il ruolo di coordinamento con le Commissioni Mensa dei vari Circoli, con i genitori e l’utenza tutta, al fine di ottimizzare il servizio di refezione nella nostra Città. Si è quindi proceduto a esaminare le modalità procedurali più consone per una concreta e tempestiva comunicazione tra l’Ente e la Commissione medesima, al fine di migliorare lo scambio e il confronto su tematiche di comune interesse, prime fra tutte il menù.

Particolare attenzione è stata data infatti all’elaborazione del menù primaverile predisposto dall’U.O.M. del Comune di Asti, che in parte accoglie istanze e suggerimenti avanzati dalla Commissione Mensa nel precedente incontro, con la variazione di alcuni piatti inizialmente previsti e l’avvio di un percorso graduale di nuovi inserimenti: introduzione della pasta e del pane integrale, delle tagliatelle, a seconda della tipologia di utenza infanzia/primaria/secondaria; eliminazione dei budini e dei succhi di frutta, riduzione delle verdure surgelate e della mousse di frutta; introduzione di un secondo di legumi in formato hamburger; attenzione alla presenza di frutta fresca di stagione. Si è quindi posta doverosa attenzione al controllo delle materie prime utilizzate e alla specificazione delle ricette.

Nodo centrale è comunque quello di avviare proficuamente il percorso di sensibilizzazione di famiglie e insegnanti, preliminare al quale è l’approntamento di un efficace, tempestivo e corretto iter procedurale di comunicazione tra il Comune e la Commissione Mensa.
E’ stato poi ribadita la necessità di valutare eventuali modifiche in corso al menù, mediante un costante dialogo tra U.O.M. e Commissione, che possa consentire di valutare in modo oggettivo e critico eventuali problematiche.
La Commissione Cittadina ha predisposto altresì una proposta di menù, già presentata all’U.O.M., che rispecchia la concezione di un menù vario, sano ed equilibrato e che sarà oggetto di ulteriore confronto per l’elaborazione di variazioni da apportare gradatamente.

Tema fondamentale dell’incontro è stato il suggerimento dei Commissari di avviare un approfondimento sulla formazione specifica degli interessati (Comune e Commissione Mensa in primis, ma anche insegnanti e genitori) in tema di nutrizione e controlli, da predisporre con la partecipazione di esperti del settore e dei professionisti che già in passato avevano manifestato disponibilità a collaborare.
Ulteriore priorità è stata data all’elaborazione e condivisione dei questionari di gradimento, adattabili all’utenza scolastica: per gli alunni secondo fasce di grado d’istruzione, per gli insegnanti e per i genitori: sarà quindi somministrato un questionario semplificato “a faccine” per i bambini, già in corso di preparazione dal Comune, e un form più specifico per genitori e insegnanti, mediante un modulo informatizzato predisposto dai Commissari mensa.

Il percorso comunicativo con l’utenza avverrà tramite stretta collaborazione tra l’U.O.M. e la C.M., attraverso comunicati stampa e messaggi alle famiglie, anche attraverso social network, essendo da poco stati creati la Pagina Facebook “Commissione mensa cittadina Asti” e il “Gruppo Genitori Mensa”, nei quali vengono condivisi spunti di interesse nutrizionale, oltre ai report degli incontri congiunti tra Comune e Commissione Mensa Cittadina.

Il prossimo incontro è stato fissato, nel rispetto del calendario quindicinale di riunione, nella data del 14 aprile 2021, alle 17, sempre su piattaforma on line, in prosecuzione dell’ordine dei lavori che Comune e Commissione si sono posti, per fornire all’utenza immediate innovazioni del servizio di refezione scolastica, che ripartirà dal 7 aprile, con la riapertura delle scuole dell’infanzia, primarie e la prima classe della scuola secondaria di primo grado.