Quantcast

Lettere al direttore

Asti, vaccini anticovid: “Chi viene vaccinato a domicilio?”

Riceviamo e pubblichiamo l’interrogazione dei consiglieri di minoranza Angela Quaglia e Mauro Bosia sulle modalità di vaccino a domicilio per i cittadini allettati, invalidi o che hanno subito ricoveri ospedalieri recenti.


I sottoscritti consiglieri comunali Angela Quaglia e Mauro Bosia, interpellati da alcuni cittadini circa le difficoltà di vaccinazione anti-Covid a pazienti anziani e costretti al domicilio, considerato che le vaccinazioni ai cittadini over 80 stanno procedendo presso le sedi indicate ma che alcuni anziani sia per ragioni permanenti che per ragioni temporanee (interventi recenti, ad esempio) non possono recarsi nelle sedi predisposte a meno di richiedere l’utilizzo di un’ambulanza per il trasporto e la movimentazione, con costi molto superiori ad una vaccinazione a domicilio e con un disagio aggiuntivo per i cittadini

INTERROGANO la S.V.

Per sapere:
– quanti sono stati fino ad ora i cittadini vaccinati e in quale fascia d’età;

– quante vaccinazioni sono state svolte al Cardinal Massaja e quante nella sede di via Scotti;

– quante vaccinazioni sono state effettuate a domicilio;

– quali sono le categorie di cittadini che vengono vaccinati a domicilio e se, tra queste, rientrano le persone che hanno subito interventi chirurgici, ricoveri ospedalieri recenti, oltre a persone invalide o allettate;

– se la movimentazione di persone in situazioni invalidanti è a carico dell’ASL;

– quanti sono i casi segnalati dai medici di famiglia come impossibilitati a spostarsi e quanti di essi sono stati vaccinati.

Angela Quaglia
Mauro Bosia