Quantcast

Asti, pronto il nuovo centro per le vaccinazioni anti-covid in Via Guerra fotogallery

Sarà operativo da domani, sabato 10 aprile, il nuovo centro per le vaccinazioni anti-covid di Asti, allestita in via Guerra nei locali di proprietà della Banca di Asti.

Il centro vaccinazioni è stato presentato questa mattina, venerdì 9 aprile, il direttore generale dell’Asl At Flavio Boraso insieme al presidente del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti Giorgio Galvagno, il presidente della Fondazione Cr Asti, Maria Sacco, al sindaco di Asti, Maurizio Rasero con l’assessore Mariangela Cotto e il Questore di Asti, Sebastiano Salvo.

A rendere possibile prima l’individuazione e poi l’apertura del centro vaccinale è stato infatti il grande lavoro comune fra istituzioni e realtà del territorio: il personale dell’Asl e i medici di medicina generale opereranno, supportati dai volontari delle associazioni e della protezione civile, in una sede messa a disposizione dalla Cassa di Risparmio di Asti, con la collaborazione dell’amministrazione comunale di Asti e delle forze dell’ordine.

Il centro prevede otto linee vaccinali, che permetteranno di garantire fino a 800 vaccinazioni quotidiane; grazie al nuovo centro sarà possibile decongestionare l’Ospedale dove verranno vaccinati solo più le categorie fragili. Per quanto riguarda il centro di Via Scotti nei prossimi giorni verrà dedicato all’inoculazione delle seconde dosi per gli over 80.

“È importante che nella lotta contro il Covid-19 si combatta tutti insieme, privati e istituzioni – commenta Giorgio Galvagno, presidente del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti –.La campagna vaccinale necessitava di un posto ampio, con disponibilità di parcheggio, in una zona che non intralciasse il traffico cittadino e noi non abbiamo esitato a mettere a disposizione questi locali. Dopo l’accordo con l’Asl il sito è stato rapidamente allestito per dare il via alle vaccinazioni di massa: i lavori di adeguamento sono stati interamente sostenuti dalla Banca. È il nostro modo di essere la vera Banca del territorio e di dare il nostro contributo per uscire, tutti insieme, da questa profonda crisi”. Ricordiamo che la Banca ha messo a disposizione la struttura in modo del tutto gratuito, continuando ad accollarsi i costi di riscaldamento e di condizionamento, confermandosi, se ne fosse stato necessario, sempre di più attenta al territorio.

Il direttore dell’Asl, Flavio Boraso ha aperto con i ringraziamenti: “Grazie alla banca per la disponibilità, al sindaco per il suo impegno nel trovare la la soluzione migliore e a tutti coloro che hanno contribuito. Ringrazio tantissimo i nostri operatori che stanno facendo un lavoro grandissimo.
Partiremo domani (10 aprile ndr) con 600 dosi, la struttura è stata scelta anche per la sua logistica ideale sia all’interno della struttura e all’esterno.”

Il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, ha ripercorso sottolineato come “Tutto parte da una fortissima collaborazione tra istituzioni, devo dire grazie alla città che si è offerta in un modo incredibile dai privati, alle imprese e ancora una volta grazie alla Banca di Asti che si è dimostrata sempre più banca del territorio.”

A chiudere gli interventi il Questore di Asti, Sebastiano Salvo, che ha precisato: “Quello che faremo qui lo avremmo fatto in qualsiasi altra zona della città, noi saremo presenti supportando la presenza dei volontari, come lo siamo stati sin dal primo giorno in cui sono arrivati i vaccini ad Asti. Mi fa piacere che si parta domani, 10 aprile, nel giorno in cui ricorre l’anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, un modo per far capire come il nostro motto “Esserci Sempre” sia più concreto che mai”.

Nel video del sindaco Maurizio Rasero, la visita all’interno della struttura dove è stato spiegato come funzionerà l’accesso, la vaccinazione e l’uscita.