Quantcast

Alba, Coronavirus: situazione dei contagiati, guariti e dei decessi del 16 aprile 2021

Ad Alba i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 169, di cui 15 ricoverati.
I decessi di persone affette da Covid-19 da inizio pandemia sono 65.
I guariti da inizio pandemia sono 1212.

I dati si riferiscono alla piattaforma Covid-19 a cui hanno accesso i Comuni realizzata dal Csi per la Regione Piemonte. Le differenze che si possono riscontrare con la mappa pubblicata sul sito della Regione sono dovute al conteggio dei positivi domiciliati in aggiunta ai residenti comunicati dal Comune.

“Il 23 marzo contavamo oltre 500 persone positive in città. Stiamo scendendo rapidamente, anche se purtroppo dobbiamo riferire ancora una nuova vittima, alla cui famiglia esprimiamo la nostra vicinanza – dichiara il sindaco Carlo Bo –. Sono oltre 30mila le persone vaccinate nel territorio dell’Asl Cn2, il 20% della popolazione, di cui 14mila hanno ricevuto la seconda dose. Ieri sono stati inaugurati dal Commissario del governo per l’emergenza Covid, il generale Figliuolo, due nuovi centri vaccinali messi a disposizione da Fondazione Ferrero e Fondazione Banca d’Alba con i suoi centri medici. Ora è necessario e urgente aumentare le dosi a disposizione per arrivare a una vaccinazione di massa entro l’estate ed evitare una quarta ondata”.

DA DOMANI ANCHE LA PROVINCIA DI CUNEO PASSA IN ZONA ARANCIONE, COME LO È GIÀ IL RESTO DEL PIEMONTE
A partire da questo weekend tutto il Piemonte sarà in zona arancione. Da domani, sabato 17 aprile, quindi anche nella Granda entreranno in vigore tutte le misure della zona arancione. Anche le scuole torneranno regolarmente in presenza, al 100% fino alla terza media e al 50% per le superiori, come lo sono già nel resto del Piemonte.

È possibile contattare il Dipartimento di prevenzione dell’Asl Cn2 telefonando allo 0173/316619 o scrivendo una mail a dipp.alba@aslcn2.it.

Si ribadisce l’importanza delle misure di prevenzione igienico sanitaria:
1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3. evitare abbracci e strette di mano;
4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.