Quantcast

Accessori per miniescavatori: aumentano le vendite online di trivelle idrauliche

Più informazioni su

Sono sempre di più le imprese edili che si rivolgo alla rete per l’acquisto delle attrezzature di cui hanno bisogno per svolgere al meglio il proprio lavoro.

Nel dettaglio, è interessante notare come tra i prodotti più ricercati sul web sia possibile annoverare qualsiasi genere di accessorio per i miniescavatori, mezzi fondamentali per svolgere un ampio numero di operazioni. In particolare, tra gli strumenti più acquistati online spiccano le trivelle idrauliche, molto richieste soprattutto per l’interessante rapporto qualità-prezzo assicurato dai canali e-commerce.

Com’è fatta una trivella per miniescavatore

La prima cosa da tener presente nella scelta di una trivella è, ovviamente, la grandezza del macchinario edile. Occorre tenere conto di misure e pesi perché il risultato sia performante e non rischi di rovinare né il mezzo, né l’accessorio.

In generale, una trivella idraulica per miniescavatore dovrebbe sempre essere costituita da materiali altamente resistenti, in grado di arrivare a profondità anche molto importanti, assicurando in questo modo prestazioni ottimali.

La filettatura può essere realizzata in modi differenti per sopperire a tutte le necessità e l’elemento si aggancia saldamente grazie a tubi idraulici ed è anche per tale motivo che si chiama trivella idraulica.

In tal senso, occorre ricordare che le aste poste in alto per tenere ancorata la trivella imprimono il movimento rotatorio (ad opera di un motoriduttore) grazie alla pressione esercitata da una miscela di liquido.

Come funziona la trivella idraulica

I motori diretti alimentati a batteria non necessitano di un drenaggio esterno, così da rendere ancora più agevole l’operazione senza passaggi intermedi. Di frequente, poi, il motore è anche bidirezionale per consentire alla trivella di andare a fondo nel terreno e poi risalire facilmente.

La sezione della punta di una trivella può anche avere forme diverse, ad esempio esagonale con larghezza fino a 50 millimetri e supportare escavatori dai 10 ai 60 quintali. Con una pressione che può arrivare a oltre 200 bar e una velocità di rotazione di quasi 2 giri al litro, la trivella può intervenire sia su terra più morbida che su roccia. L’importante, come accennato, sarà scegliere il diametro di aggancio corretto per adeguare l’elemento rotante all’escavatore o al miniescavatore dedicato.

Per scavare, per esempio, in un pozzo, man mano che la punta scende si procede con l’inserimento di tubazioni saldamente ancorate al foro tramite del cemento, così da non far ricadere dentro la terra appena smossa. Il grosso vantaggio dei prodotti migliori è che l’escavatore può impiegare la trivella sia inserendola nel terreno in maniera perpendicolare che leggermente inclinata, così da sopperire ad ogni specifica esigenza di scavo: il braccio di supporto, infatti, può avere snodi che permettono di lavorare a ogni inclinazione.

Per quanto concerne la punta, poi, l’azienda avrà sempre cura di sceglierne una adatta al terreno non solo per una questione di risultato finale, ma anche per evitare di “aggredire” in modo troppo incisivo una superficie molto friabile. La precisione, in alcuni casi, è infatti determinante per la buona riuscita del lavoro e occorre dosare la forza motrice, la spinta, il numero di giri e la potenza stessa della trivella.

Fortunatamente, nei migliori portali sono presenti tutti gli elementi per la scelta ottimale, dalle misure alle foto, senza dimenticare le specifiche tecniche o persino un servizio clienti dedicato: quest’ultimo consente di avere una consulenza sia pre che post vendita che non solo coadiuva prima dell’acquisto, ma risponde a eventuali problematiche o dubbi anche in fasi successive.

 

Più informazioni su