Quantcast

XXVI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie: le iniziative di Libera Asti

La Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie giunge alla sua ventiseiesima edizione: un periodo lungo che ha reso protagonista una vasta rete di associazioni, scuole, realtà sociali in un grande percorso di cambiamento dei nostri territori, nel segno di Libera.

In questi anni anche le mafie hanno modificato il loro modo di agire, rendendosi in alcuni casi più nascoste ma più invasive e pericolose per le nostre comunità e la nostra economia. Dunque l’azione contro le mafie e la corruzione è un’azione che si deve rendere sempre innovativa, capace di leggere la complessità del presente, guardando le radici della storia e lo sguardo rivolto al futuro libero che vogliamo costruire.
La cultura che in questo anno di pandemia è stata spesso penalizzata e messa ai margini, ritenuta non essenziale, ma che è fonte primaria per l’evoluzione umana. La cultura che è capace di svegliare le coscienze, seminare responsabilità e generare partecipazione. La cultura quale ingrediente fondamentale per la lotta alle mafie e alla corruzione, scintilla di memoria e impegno sociale.

“A ricordare e riveder le stelle” è lo slogan scelto per questo 21 marzo. Uno slogan composito, che racchiude molti significati.
A ricordare’, ricordare dal latino un’etimologia che ci restituisce un duplice significato: re- indietro, ma anche ‘nuovamente’ e cor cuore. Richiamare nel cuore coloro che hanno perso la vita per mano mafiosa – il 21 marzo è per loro – ‘tornare’ e essere ‘nuovamente’ ricordati per rivivere nella nostra capacità di fare memoria. Il passaggio dal ricordo alla memoria ci dà la possibilità di interrogare insieme il passato, per esprimere la cura e la responsabilità di cui è intriso il nostro impegno nell’oggi e nel domani.
‘Riveder le stelle’ citando l’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri, a settecento anni dalla sua morte. “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, così il sommo poeta saluta i suoi lettori alla fine del viaggio nell’inferno. Il desiderio di ‘riveder le stelle’ e di uscire dall’inferno della pandemia, dopo un anno di isolamento e distanziamento, è un desiderio forte tra tutti i cittadini.

Il titolo della Giornata vuole dunque essere un inno alla vita, allo sguardo verso un orizzonte migliore da costruire insieme, a partire dalla memoria di chi quella vita ci ha lasciato
Leggere i nomi e i cognomi delle vittime è un modo per far rivivere quegli uomini e quelle donne, per non far morire le idee testimoniate e l’esempio di chi ha combattuto le mafie a viso aperto e non ha ceduto alle minacce e ai ricatti che gli imponevano di derogare dal proprio dovere professionale e civile.

Libera Asti, con il Patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale che da sempre sostiene ed accompagna la celebrazione del 21 marzo, come ogni anno ha predisposto un ricco percorso di preparazione per arrivare a questa giornata così importante e dal senso così profondo, che ha coinvolto tanti e diversi partner che si sono attivati con entusiasmo per dire il proprio no alle mafie; questo a testimonianza di quanto forte e ricca sia la rete che nel nostro territorio persegue la costruzione di una cultura antimafia.
Per celebrare questo 21 marzo abbiamo deciso di promuovere delle piccole iniziative locali in luoghi di cultura del territorio, verso i quali far convergere un numero limitato di persone, distanziate tra loro e con l’uso della mascherina protettiva, sempre nel pieno e rigoroso rispetto delle normative antiCovid vigenti alla data del 21 marzo.

Calendario delle iniziative del Coordinamento Provinciale di Libera Asti per il 21 marzo 2021
“XXVI Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie:

Letture ed iniziative istituzionali
BIBLIOTECA GIORGIO FALETTI ASTI
In collaborazione con la Biblioteca Giorgio Faletti sabato 20 marzo ore 11 nel cortile interno della Biblioteca si terrà la lettura ufficiale dei nomi delle vittime delle Mafie; tale iniziativa sarà ad invito alla presenza delle sole autorità e delle forze dell’ordine del territorio e di rappresentanti dei centri culturali più significativi.
Breve performance musicale con il “Betti Zambruno trio” e teatrale (lettura Dante, Inferno) e successivamente lettura per intero dei nomi delle vittime delle mafie.

BIBLIOTECA E ISTITUTO COMPRENSIVO DALLA CHIESA DI NIZZA MONFERRATO
In collaborazione con la Biblioteca e l’Istituto Comprensivo C.A. Dalla Chiesa di Nizza alle ore 9 di venerdì 19 all’interno del piazzale dell’Istituto Comprensivo “C.A.Dalla Chiesa” si terrà un momento di lettura dei nomi dei bambini/minorenni vittime di mafia.
Tale iniziativa vede il coinvolgendo il Consiglio comunale dei ragazzi e una rappresentanza della 3°media che proporrà delle letture e delle riflessioni.
Tale iniziativa sarà ad invito alla presenza delle sole autorità e delle forze dell’ordine del territorio e di rappresentanti dei partner coinvolti.

COMUNE DI MONCALVO e ISTITUTO COMPRENSIVO LEVI MONTALCINI DI MONCALVO
Domenica 21 marzo ore 15.30 presso il cortile della scuola media di Moncalvo incontro con Amministratori del Comune, Consiglio comunale, l’associazione Aleramo ed i giovani Lions (LEO).
Lettura dei nomi di vittime pubblici amministratori con ascolto del discorso di Don Ciotti tramite pc amplificato. Tale iniziativa sarà ad invito alla presenza delle sole autorità, delle forze dell’ordine del territorio e di rappresentanti dei partner coinvolti.

Iniziative culturali e formative
BIBLIOTECA SAN DAMIANO
Una Questione Pubblica – Parole e Immagini in ricordo delle oltre “1000 stelle” vittime innocenti di Mafia
Sabato 20 marzo alle ore 18 sarà trasmesso dalla pagina facebook della Biblioteca Civica di San Damiano d’Asti – https://www.facebook.com/biblioteca.sandamianodasti e condivisa dalla pagina del Comune di San Damiano d’Asti e di Libera Asti

Associazione culturale Artemisia
Questa importante associazione di artisti vicini a Libera ha deciso di partecipare alla Giornata della Memoria e dell’impegno con una performance di pittura a più mani che verrà realizzata a porte chiuse e filmata nel pomeriggio del 20 marzo nella sede presso il Circolo Way Assauto.
Il progetto artistico sarà elaborato sul tema della giornata dal Presidente Bruscato Gianni e realizzato dai soci di Artemisia.
Il prodotto dei pittori sarà proiettato durante la lettura dei nomi delle vittime di mafia a Moncalvo il 21 come sfondo dell’iniziativa con la biblioteca.

Lettura nomi migranti Presidio Welcoming Asti
Venerdì 19 marzo ore 17 Piazza San Secondo 14100 Asti
Presidio cittadino sulla situazione migranti, rotte balcaniche e non solo in collaborazione con la rete di associazioni del territorio astigiano attive sui temi dei diritti Welcoming Asti.
Verrà realizzato un momento di ricordo di alcuni nomi di vittime legate alle migrazioni con un numero limitato di persone, distanziate tra loro e con l’uso della mascherina protettiva, sempre nel pieno e rigoroso rispetto delle normative antiCovid vigenti.

T Day Bottega Altromercato:
Sabato 20 marzo Via Cavour 83 Asti
In collaborazione con Bottega Altromercato “T day” giornata di tesseramento di Libera Asti, con banchetto info e materiali pubblicitari all’interno della bottega.

STELLA LIBERA TUTT*!
Dal 14/03 al 19/03 il Presidio Giovani di Libera Asti “Fratelli Asta” propone una iniziativa Online, modalità social (Instagram e Facebook)
Verranno pubblicati dei contenuti dedicati ad alcune vittime, in particolare: fratelli Asta, Graziella Campagna, don Diana, alcune vittime di caporalato, Angelo Vassallo, Antonio Landieri (correlati ad alcuni nomi verranno anche aggiunti degli approfondimenti). Ogni giorno nelle storie Instagram verranno fatti dei quiz/domande per fare conoscere le storie delle vittime e poi con dei post a fine giornata verranno pubblicate le storie complete

Adesione istituti scolastici e scuole
Moltissime scuole hanno aderito anche quest’anno alla proposta formativa di Libera per il 21 marzo, programmando in accordo con il Presidio docenti di Libera Asti ”Don Diana” attività e percorsi di approfondimento di vario genere, in base all’età degli studenti ed al percorso scolastico.
Ne è emersa una ricchezza sorprendente di idee, di iniziative e di sspunti culturali, in alcuni casi anche supportati da interventi in dad di volontari del Coordinamento di Libera Asti che hanno raccontato il 21 marzo ai ragazzi e proposto laboratoti in accordo con i docenti delle classi.
Essendo attiva per tutte le scuole la modalità di didattica a distanza, si è concordato con i docenti coinvolti di celebrare il 21 marzo nella mattina di venerdì 19 marzo in didattica a distanza.
A seguire una sintesi del ricco panorama di attività delle scuole astigiane aderenti al 21 marzo di Libera.
I CIRCOLO ASTI SCUOLA DANTE
classi 5A/5B: stelline dei desideri
Le due classi produrranno le stelline dei desideri ed una sagoma; gli oggetti verranno esposti nell’entrata e nel cortile della scuola per sensibilizzare gli alunni della scuola, i genitori, i passanti.
IC2 SCUOLA INFANZIA/PRIMARIA- SECONDARIA GOLTIERI /ISTITUTO PENNA
Classi 2/3 5° e 5B delle scuola primarie Baussano e 2/3 Cagni,la scuola dell’infanzia Baussano e Cagni produrranno le stelle del “cielo della memoria”.
La scuola Secondaria Goltieri insieme all’Istituto Penna di Asti vedrà concludersi la realizzazione delle sagome delle vittime: si lavorerà sulla storia, con l’elaborazione personale di un proprio testo narrativo. Le sagome verranno esposte nelle proprie aule o edifici scolastici.
Le classi 1B/1C del Penna effettueranno attività legata al processo Barbarossa e alle Mafie al Nord.

IC3
La classe 3c della Scuola Primaria Frank realizzerà attività di approfondimento sulle mafie e sul senso della memoria e costruirà in DAD in modalità partecipativa le stelle della Memoria che verranno esposte a scuola appena si rientrerà in presenza.
Alcune classi della scuola secondaria Parini (3B-1B-1C) parteciperanno alla proposta del 21 marzo con percorsi di approfondimento sulle storie di vittime di mafia e faranno attività animative e di approfondimento online sul tema della memoria e del futuro che saranno condivise sul Blog e sui social della scuola.

ISTITUTO MONTI
Classe 5B Scienze Umane: i volontari di Libera Asti Chiara Sacchetto e Luigi Gilardetti proseguiranno e concluderanno l’approfondimento avviato lo scorso anno sul processo Barbarossa con attività laboratoriali.
Classi 4A Scienze applicate – Classe 5A Linguistico – Classi 4A e VC Scienze Umane: gli studenti incontreranno su Meet alcuni volontari di Libera per attività legate alle Mafie al Nord e alla preparazione al 21 marzo ed in seguito con la rete Welcoming Europe affronteranno la tematica delle frontiere (Bosnia)
Tutte le classi coinvolte lavoreranno sulla storia di una vittima e realizzeranno in dad una parziale lettura dei nomi.

ISTITUTO ARTOM (SEDI ASTI E CANELLI)
Alcune classi dell’Artom di Canelli e di Asti lavoreranno sulle mafie con approfondimenti sulle mafie al Nord ed il Processo Barbarossa e procederanno alla lettura online di alcuni dei nomi delle vittime innocenti delle mafie.

CASA DI CARITA’
I docenti hanno elaborato un ricco programma di approfondimento del 21 marzo con la previsione di un evento il 19 marzo di ricordo su piattaforma Google meet con allievi ed insegnanti.
Si realizzerà un momento di preparazione a distanza con i ragazzi e con i docenti in collaborazione con Libera previsto per il 16 marzo con i volontari di Libera ed i docenti.

CASTIGLIANO
La scuola propone il venerdì 19 marzo la lettura dei nomi da parte di alcune classi in collaborazione con il liceo scientifico Vercelli via meet. La lettura durerà 50/60 minuti e l’idea è quella di leggere solo ed unicamente i nomi dei bambini vittima di mafia. La preparazione partirà dalla lettura del libro di Don Luigi” La classe dei banchi vuoti” e vedrà il coinvolgimento di diverse classi con i rispettivi docenti.

CPIA
Il 22 marzo alle ore 21 sulla pagina FB di Cipia si propone una serata online “L come Legalità”Il 21 marzo e oltre.
I volontari di Libera Asti proporranno una lezione sulla legalità e sul senso di Memoria e impegno.