Quantcast

Protocollo d’Intesa tra la Regione Piemonte e il Partenariato “Bacino del Tanaro”

A compimento delle Deliberazioni e Determinazioni di adesione al Partenariato dell’area denominata “Bacino del Tanaro” da parte dei Comuni di Alessandria (Capofila), Alluvioni Piovera, Altavilla Monferrato, Bassignana, Calliano, Casorzo, Castagnole Monferrato, Castell’Alfero, Castelletto Monferrato, Cerro, Felizzano, Fubine Monferrato, Grana, Isola Sant’Antonio, Masio, Molino dei Torti, Montecastello, Montemagno, Oviglio, Pietra Marazzi, Portacomaro, Quattordio, Refrancore, Rivarone, Rocca d’Arazzo, Rocchetta Tanaro, Quargnento, Sale, Scurzolengo, Solero, Tanaro, Tonco, Viarigi, Vignale Monferrato, è stata programmata la cerimonia della firma ufficiale del Protocollo di intesa tra la Regione Piemonte e il Partenariato “Bacino del Tanaro”.

L’evento si svolgerà, nel massimo rispetto delle prescrizioni anti-Covid, presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale di Alessandria venerdì 5 marzo 2021 alle ore 9.30

Sottoscriveranno il Protocollo il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Comune Capofila del Partenariato “Bacino del Tanaro”, Presidente del Comitato Operativo della Coesione.

Saranno anche presenti il Vicepresidente della Regione Piemonte e Assessore alla Programmazione Territoriale, Fabio Carosso, nonché alcuni Rappresentanti del Comitato Direttivo del Partenariato, gli Staff Dirigenziali della Regione coinvolti nel progetto e il Segretario Generale del Comune di Alessandria, Francesca Ganci.

Il Protocollo di intesa intende individuare in modo congiunto gli interventi strategici da attuare – nel rispetto della programmazione regionale, secondo i principi ispiratori promossi dalle tematiche europee e con riferimento alla programmazione dei Fondi europei a gestione concorrente per il periodo 2021-2027 – tramite un percorso condiviso di azioni sul territorio finalizzato alla coesione territoriale, economica e sociale, per il perseguimento di obiettivi precisi negli ambiti “ambiente”, “turismo”, “agricoltura” e “benessere locale”.