Quantcast

Nizza Monferrato: “Tecnologie all’avanguardia per la riqualificazione del centro storico”

La riqualificazione del centro storico di Nizza Monferrato, che insieme a via Roma e a piazza Dante è la zona tutelata dall’Unesco, passa attraverso l’uso di tecnologie all’avanguardia nel campo dei rilievi dei fabbricati.

Spiega il vice-sindaco Pier Paolo Verri: “La nostra città è la prima in Italia a far uso di strumenti così sofisticati applicati su una superficie così ampia. L’idea di partenza era di aggiornare le schede tecniche del piano regolatore (le ultime erano state fatte nel 1984-1985 ed erano ormai obsolete). Quindi abbiamo sfruttato quest’occasione per servirci di una tecnologia di rilievo degli edifici che potesse tornare utile anche per chi si occupa di architettura, geomorfologia e più in generale del patrimonio delle costruzioni del centro storico”.

Un esempio di applicazione? “Il piano colore delle facciate: anziché usare il classico metodo della scelta di un colore unico, si procederà a individuarne uno preciso per ogni facciata, così che chiunque debba ritinteggiare possa avvalersi di queste indicazioni. Lo strumento tornerà utile anche per l’individuazione di edifici fatiscenti per prevenirne un’eventuale rovina”. Ad occuparsi dei lavori due pionieri della topografia geomatica, Stefano Merlino, Emanuele Del Monte e Gianluca Palmieri della Monitor The Planet, azienda con sedi in diverse parti della Penisola (tra cui uno proprio a Nizza).

Nizza Monferrato: “Tecnologie all’avanguardia per la riqualificazione del centro storico”

“Abbiamo operato un rilievo innovativo bidimensionale e tridimensionale che usa la tecnologia delle scansioni laser per ottenere come risultato finale non una singola campionatura ma una panoramica più vasta: si acquisisce massivamente tutto quello che c’è tramite una scansione terrestre e aerea per creare un database di informazioni che può essere usato per singole richieste e che rimane nel patrimonio dei dati per successive e diverse analisi” chiosa Palmieri. A corollario delle novità in campo urbanistico, l’assessore Valeria Verri ha comunicato che presto si procederà alla riasfaltatura di via Balbo: “È l’ultimo tratto del centro che non è ancora stato oggetto di interventi di miglioramento: il manto stradale sarà riasfaltato e il marciapiede sarà rifatto in pietra, con conseguente eliminazione delle barriere architettoniche”.

La gara d’appalto (per un totale di 20000 euro circa) è già stata aggiudicata e i lavori inizieranno non le condizioni lo renderanno possibile. L’aggiornamento dei dati del contagio nella città del Campanon non lascia trasparire grandi cambiamenti: 28 le persone con l’ultimo tampone risultato positivo (di cui una ricoverata in ospedale), quelle in quarantena e 116 il numero dei tamponi effettuati nell’arco degli ultimi sette giorni.

Nizza Monferrato: “Tecnologie all’avanguardia per la riqualificazione del centro storico”

Spiega il sindaco Nosenzo: “La buona notizia è che entro le 14 di oggi terminerà il primo giro di vaccinazioni destinate agli over 80 residenti nei comuni che fanno capo a Nizza. Dalle 10 di domani alla Casa della Salute inizierà il secondo giro di somministrazioni delle dosi, che proseguiranno lunedì 22 e sabato 27 sempre alla Casa della Salute e da domenica 28 al Foro Boario”. Molte le richieste giunte in Comune per il servizio di supporto alla preadesione per gli over 70: da martedì a venerdì sono 56 le persone che ne hanno usufruito e le prenotazioni per la prossima settimana sono sature. “Un chiarimento importante per chi si iscrive alla preadesione: per l’avvenuta prenotazione fa fede la conferma del numero, il link che arriva insieme al messaggio di conferma è relativo solo al numero di cellulare da inserire come recapito al momento dell’inserimento dei dati” puntualizza in chiusura Nosenzo.

Nizza Monferrato: “Tecnologie all’avanguardia per la riqualificazione del centro storico”