Quantcast

La ‘variante inglese’ arriva in Valcerrina: un caso a Verrua Savoia

Un caso di ‘variante inglese’ è stato riscontrato a Verrua Savoia. Pertanto verrà potenziata l’attività di sorveglianza epidemiologica e di contact tracing, come pure a Verolengo e a Settimo Torinese. La notizia è contenuta in una nota ufficiale della Regione Piemonte. Nello stesso documento viene anche evidenziato che il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha firmato l’ordinanza con cui stabilisce che Crescentino da venerdì, alle ore 19, diventerà ‘zona rossa’ per 15 giorni dato l’elevato numero di contagi in loco

È stata appena firmata l’ordinanza regionale che da domani alle ore 19 inserisce in zona rossa il comune di Crescentino, in provincia di Vercelli.

La decisione si è resa necessaria, a scopo precauzionale, alla luce di una crescita repentina di casi nell’ultima settimana rispetto alle tre precedenti (in 28 giorni sono stati segnalati 101 casi, di cui 71 negli ultimi sette giorni).

Sospesa l’attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado ed è disposta la dad per gli studenti che vivono nell’area, ma frequentano le lezioni in altri comuni non inseriti in zona rossa.

Previsto anche il potenziamento del tracciamento attraverso i tamponi e la messa in priorità per la vaccinazione degli anziani over80 domiciliati in zona rossa.

Sarà inoltre potenziata l’attività di sorveglianza epidemiologica e di contact tracing nei Comuni di Verolengo, Brandizzo e Verrua Savoia.
In quest’ultimo è stato identificato un caso di variante inglese.

L’ordinanza sarà valida fino al 19 marzo.

Crescentino si aggiunge agli altri 22 comuni attualmente zona rossa in Piemonte: 3 comuni in provincia di Torino (Cavour, Bricherasio e Scalenghe), 12 comuni della Valle Po in provincia di Cuneo (Barge, Bagnolo Piemonte, Crissolo, Envie, Paesana, Gambasca, Revello, Martiniana Po, Oncino, Ostana, Rifreddo, Sanfront) e 7 comuni della Val Vigezzo, nel Vco (Re, Craveggia, Villette, Toceno, Malesco, Santa Maria Maggiore e Druogno).