Quantcast

Il Magico Paese di Natale 2021si allarga ad Asti per creare un evento da record

Grandissime novità si prospettano per l’edizione 2021 de Il Magico Paese di Natale, tra gli eventi natalizi più longevi, amati e popolari d’Italia nonché undicesimo nella classifica dei migliori mercatini natalizi d’Europa per la prestigiosa associazione European Best Destinations.

Dopo un 2020 che, per forza di cose, ha costretto gli organizzatori a ripensare la manifestazione, spostando l’intrattenimento in forma virtuale, per la quindicesima edizione siamo felici di annunciare un evento straordinario, che mira a farsi motore del rilancio turistico dell’intero territorio piemontese.

Come anticipato ieri dal nostro quotidiano, il Magico Paese di Natale per l’edizione 2021 uscirà per la prima volta nella sua storia dalle mura del piccolo comune di Govone, il paese che lo ha ospitato fin dalla sua prima edizione, e invaderà i comprensori sciistici del cuneese e un importante centro piemontese: la città di Asti.
“Siamo entusiasti di confermare la nuova partnership con il Comune di Asti, che ci consentirà di portare la magia e la festa del Magico Paese di Natale per la prima volta in un altro bellissimo luogo della nostra regione, grazie ad un progetto di allargamento realizzato in piena sinergia con l’Ente del turismo Langhe-Roero e Monferrato”, spiega Pier Paolo Guelfo, organizzatore della manifestazione.
Grazie alla neonata collaborazione, infatti, il Magico Paese di Natale per la sua quindicesima edizione si sdoppierà, infondendo l’atmosfera natalizia anche nell’astigiano, e costruendo una grandiosa manifestazione di territorio.
“L’idea – spiega Pier Paolo Guelfo – è costruire per il prossimo Natale il più grande evento diffuso d’Italia, distribuendo le attrazioni tra Govone e Asti e costruendo un percorso che unisca i due comuni grazie alla magia del Natale”.

Da un lato, infatti, a Govone rimarrà il cuore tradizionale dell’evento, quello che lo ha reso tanto amato nelle scorse quattordici edizioni: la Casa di Babbo Natale con il suo musical, l’intrattenimento per i più piccoli guidato dalla Regina Antea, la mostra sui presepi e tante altre iniziative ancora in fase di definizione.
Contemporaneamente Asti ospiterà un evento natalizio parallelo e strettamente legato a quello di Govone, con la costruzione di quello che punta a diventare il più grande mercatino di Natale d’Europa.
Ad Asti verranno allestite duecento casette natalizie che racconteranno le migliori realtà artigianali ed enogastronomiche d’eccellenza provenienti da tutta Italia. Gli espositori, in rappresentanza del meglio che ogni regione del nostro Paese ha da offrire, verranno infatti selezionati grazie a un’importante call to action che prenderà il via in questi giorni e che inviterà le migliori realtà locali a inviare la loro candidatura per essere selezionate a partecipare al mercatino più importante e ricco d’Italia.

“Per noi la partecipazione di Asti al mondo de Il Magico Paese di Natale non è solo un grande motivo d’orgoglio – spiega Pier Paolo Guelfo – ma è anche l’occasione per permettere al nostro evento di svilupparsi in grandezza. In questi ultimi anni, dato il successo crescente dell’iniziativa, abbiamo più volte sentito la necessità di costruire qualcosa di più ampio, per accontentare il pubblico internazionale che sempre più numeroso affollava Govone: finalmente ne abbiamo l’occasione”.

Il sindaco di Asti Maurizio Rasero, il vice sindaco Marcello Coppo e l’Assessore Loretta Bologna si dichiarano orgogliosi di poter ospitare una così rinomata iniziativa sul territorio astigiano, e si dichiarano soddisfatti per l’obiettivo raggiunto, certi che l’evento saprà valorizzare il nostro centro storico.
“Il Magico Natale rappresenta un’importante occasione che può avere significative ricadute economiche sulla città”, afferma il primo cittadino di Asti, “soprattutto in un momento come questo condizionato dalle limitazioni imposte dalla pandemia”.

“Govone ha visto nascere e crescere “il Magico Paese di Natale”, dalle prime mostre di presepi di quattordici anni fa al grande successo delle ultime edizioni”, ha dichiarato Luca Malvicino, Vice Sindaco e assessore al turismo e cultura di Govone. “Negli ultimi anni l’evento ha raggiunto però il suo limite, divenendo poco sostenibile a livello di presenze per l’enorme afflusso di turisti nel piccolo borgo. Da tempo si era valutato con l’organizzazione del Magico Paese di Natale soluzioni migliori su come poter proseguire con l’evento e la proposta di Pier Paolo Guelfo di realizzare la parte legata ai mercatini nella città di Asti, mantenendo a Govone il cuore dell’evento, è parsa a tutti la migliore soluzione”. “Govone per la sua natura è a metà strada tra Alba e Asti, al centro dei paesaggi UNESCO di Langhe-Roero e Monferrato e per questo ha sempre avuto storicamente rapporti con entrambe le città. Siamo felici, con questa manifestazione di rinsaldare i rapporti con l’astigiano, anche perché solo facendo rete è possibile crescere e migliorare tutti insieme, nel rispetto delle peculiarità di ciascuna comunità”, ha concluso il vice sindaco.

“Sono molto soddisfatto per la nostra città e per il nostro territorio, che guarda oltre la pandemia e si prepara a diventare protagonista di un importante evento – dichiara il Vicepresidente della Regione Piemonte Fabio Carosso – Una manifestazione in continua crescita che riscuote un grande interesse da parte del pubblico nazionale ed internazionale, un vero e proprio volano per l’economia e il turismo che ha portato il Comune di Asti ad aderire agli eventi promossi da “Il Magico Paese di Natale. Insieme con l’Assessore al Turismo Vittoria Poggio presteremo grande attenzione anche come Regione”.