Quantcast

Coldiretti Asti, iniziative e omaggi per la Festa delle Donne

Organizzati da Coldiretti Asti all’EnotecAmica e ai Mercati contadini

Quest’anno la ricorrenza della Festa delle Donne cade di lunedì e fra le tante restrizioni imposte dalla pandemia, in un certo senso, darà ancora più visibilità alle celebrazioni. Donne Impresa Coldiretti Asti ha aderito all’ampio programma organizzato dal Comune di Asti e ha predisposto uno spazio, all’EnotecAmica di corso Alessandria 271, completamente dedicato alle imprenditrici del vino che rimarrà attivo per tutto il mese di marzo.

In primo piano per tutti i visitatori dell’enoteca e dell’agrimercato contadino coperto ci sono le etichette di quindici vignaiole: Silvia Castagnero di Agliano Terme, Annalisa Bocchino di Canelli, Giovanna Macario di Nizza Monferrato, Maria Luigina Negro di Castagnole delle Lanze, Fabrizia Caldera di Fr. Portacomaro Asti, Giuliana Bianco di Costigliole d’Asti, Monica Monticone di Asti, Emanuela Novello di Grana, Lysette Lyhus di Canelli, Hilde Berthung di Nizza Monferrato, Claudia Cordara di Castel Boglione, Barbara Zavattero di Fr. Valterza Asti, Nadia Capitelli di Castelnuovo Calcea, Alessandra Bodda di Cisterna, Bruna Ferro di San Marzano Oliveto.

Un’occasione di confronto per gli amanti del vino e per ribadire la forte presenza della componente femminile nel settore primario e nel comparto vitivinicolo in particolare. Sabato le donne che entreranno in enoteca e al mercato (orario di apertura dalle 9 alle 19) riceveranno in omaggio la tradizionale mimosa.

“Abbiamo anche voluto predisporre un’iniziativa in occasione dell’agri-mercato contadino mensile di domenica prossima, 7 marzo, in piazza Alfieri”, evidenzia Micaela Soldano, leader provinciale di Donne Impresa Coldiretti. “In un apposito spazio dedicato alle donne distribuiremo un gadget gastronomico a tutte le visitatrici del mercato. Consegneremo inoltre materiale illustrativo per sollecitare l’iniziativa “Compra prodotti sani per l’aperitivo di domani” realizzata in collaborazione con Lilt che lunedì presenterà on-line le ricette per un aperitivo naturale”. Sempre lunedì, 8 marzo, alle 11 al Cimitero Urbano di Asti, per iniziativa congiunta del Comune di Asti, con Donne Impresa Coldiretti e Coordinamento Donne Cgil, saranno commemorate le Brusaji e le vittime di violenza e discriminazione. E’ prevista la deposizione ai monumenti funebri di fiori di mimosa (offerti da Vivai Casto di Motta di Costigliole).

“Per noi di Coldiretti – sottolinea il presidente provinciale, Marco Reggio – quello di quest’anno non vuole essere un omaggio di circostanza alle donne, ma un sentito ringraziamento per la sensibilità che sanno aggiungere alla loro professionalità in tutto quello che fanno. Nelle nuove iniziative intraprese quest’anno, come l’Enotecamica, il Mercato Coperto Contadino di corso Alessandria e l’Agrimercato Campagna Amica di piazza Alfieri, l’apporto femminile è stato determinante”.

“Abbiamo constatato – interviene Diego Furia, direttore provinciale Coldiretti – come molte volte le donne sanno anticipare le tendenze e aprirsi al nuovo. Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè gli acquisti nei mercati del contadino realizzati nell’ultimo anno sono risultati in crescita del 26%, trainati da una nuova sensibilità degli italiani verso i cibi salutari ma anche dalla volontà di recuperare un contatto diretto con chi coltiva i prodotti che si portano in tavola, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia. A spingere la spesa nei farmers market dall’agricoltore è soprattutto la possibilità di trovare prodotti stagionali, a km zero e di qualità”.