Quantcast

A Costigliole d’Asti l’incontro tra gli amministratori locali e il direttore generale dell’ASL Asti Flavio Boraso

Il direttore generale dell’Asl At, Dott. Flavio Boraso, questa mattina, martedì 30 marzo, ha fatto visita a Costigliole.

Il Sindaco, Enrico Cavallero, e l’amministrazione comunale lo hanno incontrato presso l’unità territoriale di piazza Medici dove si è recato per una breve visita. Di seguito il Direttore ha incontrato gli Amministratori di altri comuni presso la sala consiliare di palazzo Serratrice di Costigliole​. ​I Comuni sono: Coazzolo, Castagnole delle Lanze, Agliano​ Terme, Montegrosso, Vigliano, Montaldo Scarampi, Mombercelli, Isola d’Asti, Mongardino.

Di seguito pubblichiamo il saluto del sindaco di Costigliole d’Asti, Enrico Cavallero, al direttore generale dell’Asl Asti.

“A nome  dell’intera amministrazione comunale di Costigliole, dei sindaci qui convenuti desidero rivolgere un saluto di benvenuto al nuovo  direttore generale dell’Asl di Asti. Flavio Boraso, una figura di alto livello .
Tra i numerosi incarichi ricoperti ha diretto l’Istituto per la Ricerca e Cura del Cancro di Candiolo; l’ospedale Mauriziano di Torino, dell’Asl 17 di Savigliano, gli ospedali di Novi Ligure e Ovada,  Acqui Terme,  Tortona. E’ stato direttore generale Asl To4.

Ritengo che la competenza e la professionalità  acquisita dal dott. Boraso non possano essere in discussione e possano rappresentare un valore aggiunto importante per il sistema sanitario locale duramente messo alla prova in questi mesi, oggi ci sentiamo molto onorati e anche gratificati della sua visita, grazie per aver scelto il confronto con le amministrazioni, con i territori, con le strutture sanitarie presenti.

Seppur alle prese con le difficoltà dell’emergenza covid in corso, la realtà socio-sanitaria della nostra provincia presenta elementi virtuosi di grande rilevanza, che conosciamo, fra l’altro di questi giorni la notizia che l’Ospedale di Asti è entrato nel novero dei migliori ospedali d’Italia.
Ma non ci si deve accontentare, siamo anche qua oggi per metterci a disposizione per fare rete, fare sistema, e se serve per dare il nostro contributo per il pieno coinvolgimento del territorio. Al fine di mantenere e se possibile incrementare le tante eccellenze presenti all’ospedale Cardinal Massaia, nonché il potenziamento della rete dei servizi territoriali e di prossimità, al fine di creare un sistema integrato tra il polo ospedaliero e le strutture territoriali per offrire ai nostri cittadini , soprattutto coloro che abitano nei centri minori una sistema sanitario migliore, salvaguardando sempre i principi fondamentali del sistema sanitario nazionale, l’universalità (ossia l’estensione delle prestazioni sanitarie a tutta la popolazione), l’uguaglianza (l’accesso alle cure senza nessuna discriminazione) e l’equità (la parità di accesso in relazione a uguali bisogni di salute)

In questa direzione , e credo di interpretare il pensiero di tutti i sindaci qui convenuti  troverà  sempre  la piena disponibilità e collaborazione per intraprendere percorsi e progetti  di crescita e anche speriamo di  futuri investimenti.
Siamo pronti  a  lavorare con particolare impegno al fine di conseguire quei risultati che tutti, cittadini e amministratori, da tempo auspichiamo.