Quantcast

Nizza celebra la memoria dei Giusti con un concerto e con la riapertura del Giardino

L’aria di primavera che si respira in questi giorni si è fatta sentire anche a Nizza Monferrato, dove dal prossimo lunedì è prevista la riapertura al pubblico del Giardino dei Giusti di via Don Celi, per dare la possibilità ai nicesi e non di trascorrere i pomeriggi tra relax e cultura.

A questo proposito negli gli scorsi giorni sono stati portati a termine gli ultimi preparativi, anche in vista dell’importante evento che si svolgerà nello spazio verde sabato prossimo, il 6 marzo, in occasione della giornata dei Giusti. Spiega l’assessore Ausilia Quaglia: “Anche se non sarà possibile per ovvi motivi rendere pubblico l’invito, abbiamo deciso di ricordare a nostro modo questa significativa ricorrenza con un concerto, la cui organizzazione è stata affidata a Simona Scarrone, che ringraziamo per la sua preziosa collaborazione. All’evento prenderanno parte, oltre alle autorità, anche tre rappresentanti del Consiglio comunale dei ragazzi, che leggeranno brevi riflessioni sul tema. L’evento sarà trasmesso in diretta su TeleNizza, così chi avrà piacere di farlo potrà seguirlo da casa”.

Locandina Giornata dei Giusti

“La commemorazione di una giornata simbolica ha un valore aggiunto se celebrata attraverso la musica, veicolo di emozioni e di sensazioni” afferma Simona Scarrone, insegnante di flauto traverso che coordina un gruppo di musicisti. “Ci siamo esibiti l’ultima volta un anno fa a Canelli, poi è arrivata la sospensione delle attività, che per chi come me insegna a suonare uno strumento è stato un ostacolo non da poco perché la musica si fa bene quando si fa insieme. È anche per questo motivo, quindi, che abbiamo accolto con gioia la proposta del nostro omaggio musicale, che vuole essere una speranza di ritorno alla normalità il prima possibile. Per ricordare i Giusti abbiamo scelto quattro brani, due della tradizione ebraica e due del repertorio di musica classica” aggiunge Scarrone.

Intanto in città l’ultimo bollettino dei contagi da Covid-19 parla di una situazione stabile: ad oggi risultano 27 le persone con l’ultimo tampone positivo (una di loro è ricoverata in ospedale), 4 le persone in quarantena e 26 i deceduti nella seconda ondata. Negli ultimi sette giorni sono stati effettuati 98 tamponi. Lo scorso lunedì, inoltre, sono cominciate le vaccinazioni per gli ultraottantenni alla Casa della Salute, ma è ormai confermato che per la somministrazione di ulteriori dosi saranno utilizzati anche i locali del Foro Boario di piazza Garibaldi. Durante la scorsa settimana si è svolto un sopralluogo con l’Asl, che ha reso noto che il nuovo punto di vaccinazioni entrerà in funzione molto probabilmente tra il 7 e l’8 marzo.