Quantcast

Le Rubriche di ATNews - ATnewsKids

Mamma e papà hanno uguale diritto di stare a casa da lavoro per accudire i figli

Più informazioni su

Quando vi ammalate sia la mamma che il papà hanno diritto di poter stare a casa ad accudirvi prendendo un permesso dal lavoro che si chiama congedo parentale.

Non solo. Se prendono un congedo parentale non devono aver paura di essere puniti sul lavoro ad esempio con un abbassamento del proprio stipendio. Questo lo afferma la legge italiana e in modo particolare l’art. 25 comma 2-bis del Codice delle Pari opportunità.

In un’azienda industriale astigiana purtroppo questo non è avvenuto. Un padre-lavoratore che nel 2018 per un certo periodo era stato assente da lavoro per congedo parentale, ha avuto dei tagli nel salario. Questo papà ha però voluto far valere i propri diritti, aiutato dal sindacato della Cgil di Asti (una delle associazioni che difendono i lavoratori). Dopo due anni di processi, lo scorso dicembre 2020, la giudice Elisabetta Antoci  del Tribunale di Asti gli ha dato ragione affermando che l’azienda aveva avuto nei suoi confronti un atteggiamento discriminatorio*.

In Italia i padri che chiedono congedi sono pochissimi. Di solito è la mamma a restare a casa e addirittura a rinunciare al lavoro dopo la nascita del primo figlio.  Nel nostro Paese quindi è ancora molto difficile conciliare la vita familiare con l’attività lavorativa. E’ difficile per le donne, ma anche per gli uomini: l’assenza da lavoro per motivi familiari viene spesso visto come una scusa o comunque una situazione che distoglie l’attenzione dal lavoro.

La sentenza del Tribunale di Asti è quindi molto importante perché evidenzia il valore della cogenitorialità: significa che c’è un impegno sempre maggiore da parte dei papà all’interno della famiglia dove anche la mamma lavora. Gli impegni familiari vanno condivisi da entrambi i genitori. Con questa sentenza è stato fatto quindi un passo avanti contro i cosiddetti pregiudizi di genere di cui, in Italia, sono vittime sia gli uomini che le donne: se ci si assenta da lavoro per maternità o paternità non bisogna essere penalizzati,un padre e una madre hanno ugual diritto a lavorare e ad accudire i figli.

*Cosa significa discriminare? Significa distinguere, separare, fare una differenza, adottare verso singole persone o gruppi di persone un comportamento diverso (in questo caso in base al genere cioè al fatto di essere un uomo o una donna).

 

Più informazioni su