Quantcast

La soddisfazione di NurSind Asti: accolta dall’Asl l’istanza presentata per il rinnovo dei contratti

Riceviamo e pubblichiamo.


L’Asl di Asti accoglie le istanze di NurSind. Grande soddisfazione per il sindacato delle professioni infermieristiche che, in giornata, ha ricevuto l’informativa dalla Direzione dell’Asl-At secondo cui è stata accolta l’istanza presentata da NurSind in virtù del rinnovo dei contratti degli infermieri in scadenza a tempo determinato.

“In virtù della buona collaborazione instauratasi con la nuova Direzione Generale dell’Asl-At guidata dal Direttore Flavio Boraso e dal Direttore Amministrativo Lorella Daghero – afferma Gabriele Montana, segretario territoriale NurSind Asti – nel bene del personale, dell’utenza e dell’Azienda Sanitaria stessa, i lavoratori che hanno aiutato (e continuano a farlo) il Sistema Sanitario in piena emergenza hanno ottenuto il giusto prolungamento del contratto per 6 mesi, in attesa così di poter essere chiamati nella graduatoria a 36 mesi che verrà immediatamente usata per reclutare personale infermieristico. Siamo estremamente soddisfatti per il risultato raggiunto – prosegue Montana – soprattutto in virtù dello sblocco dei licenziamenti di fine marzo. Da parte nostra va un plauso a questa Direzione Asl che ha accolto le nostre istanze”.

Ma non è tutto. Nella stessa occasione l’Azienda ha fatto sapere che a breve vi sarà il via libera alle assunzioni previste per incrementare l’assistenza a livello territoriale e vi saranno una selezione per la mobilità interna (con precedenza al master specifico) e l’internalizzazione del personale infermieristico Asl anche all’interno della “lungo degenza”, l’ultimo reparto ancora gestito da Amos per quanto riguarda gli infermieri. Inoltre, a breve sarà indetto anche un concorso relativo al quadrante Asti-Alessandria per assunzioni a tempo indeterminato.

Nell’incontro odierno tra le parti sono stati raggiunti con le organizzazioni sindacali del comparto anche tre importanti accordi relativi a: piano annuale delle reperibilità, contingenti minimi dello sciopero e progressione degli scatti orizzontali legati al personale del comparto, accordo che le parti dovranno concludere entro dicembre 2021.