Quantcast

Lettere al direttore

I consiglieri di minoranza si dimettono, Ferrere resta senza opposizione

Il sindaco Tealdi: "Atteggiamento irresponsabile e controproducente"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del sindaco di Ferrere, Silvio Tealdi.


Buongiorno,
mi preme comunicare che siamo finalmente giunti al termine dei lavori supplementari dovuti alla discutibile decisione di tutti i componenti della minoranza di dimettersi dal ruolo di Consigliere comunale. Il Consiglio comunale di Ferrere quindi, a partire dalla prossima seduta, sarà composto da 7 consiglieri più il Sindaco e Presidente del Consiglio e procederà normalmente e celermente con l’attività amministrativa, che in ogni caso non si è mai fermata.

Il Comune ha dovuto indire 3 Consigli comunali, con perdite di tempo per tutti gli uffici già intasati di pratiche burocratiche, al solo scopo di accogliere le dimissioni e surrogarle di volta in volta, fino ad esaurimento dei consiglieri di minoranza. Un atteggiamento poco responsabile, oltre che inutile se non controproducente. Infatti è opinione, non solo mia, che, dimettendosi, i vari consiglieri hanno disatteso le aspettative dei cittadini, disimpegnandosi da un ruolo, forse ingrato, ma che loro stessi avevano scelto candidandosi, promettendo in campagna elettorale una rappresentanza sia da vincitori che da sconfitti. Quello che rattrista è proprio la mancanza di responsabilità in questo gesto inutile, ma giustificabile forse dalla mancanza di vero interesse nelle vicende comunali, facendo mancare una voce, quella dell’opposizione, che è molto importante in qualunque processo democratico e sono io il primo a rammaricarmene.

L’atteggiamento ostruzionistico e poco impegnato non mi ha certo stupito, se si pensa che agli atti, chiunque li cercasse, non troverà traccia alcuna di iniziative o proposte da parte dei consiglieri dimessisi, inoltre sottolineo che il consigliere Felicetti ha dato le dimissioni dopo aver partecipato ad uno solo degli ultimi sei Consigli comunali. Un assenteismo neanche giustificato, in quanto alla richiesta di produrre una motivazione per le assenze, l’unica risposta è stata la lettera di dimissioni. Ancora più incomprensibili, o forse anche qui spiegabili solo con una scarsa appartenenza alle vicende e al bene del nostro Comune, le dimissioni delle altre 2 consigliere in carica e di quelli che sono stati man mano surrogati, proprio loro che avevano promesso all’elettorato di voler fare gli interessi della Comunità.

Quello che conta è che il restante gruppo di maggioranza, porterà avanti in Consiglio ogni decisione con la massima trasparenza ed onestà, così come ha sempre fatto finora. La conclusione molto serena della vicenda va vista anche alla luce del fatto che la lista “Obiettivo Ferrere” presente alle ultime elezioni comunali è quella che negli ultimi 30 anni ha avuto il minor numero di voti in assoluto, e in paese questa maggioranza gode della piena fiducia della gran parte dei cittadini, come ci è sempre stato manifestato. L’amministrazione sta infatti portando avanti tutti i progetti messi in campo e a suo tempo debitamente comunicati alla minoranza, e nonostante la loro latitanza, il dibattito democratico tra gli attuali consiglieri è molto vivo e non è mai mancato.

Silvio Tealdi
Sindaco di Ferrere