Quantcast

Asti si affida ai “Distretti del commercio” per il rilancio del territorio

La Giunta del comune di Asti, con deliberazione n. 28 del 5 febbraio 2021, ha approvato la partecipazione al bando per l’accesso all’agevolazione regionale relativa all’istituzione dei distretti del commercio come previsto dalla Regione Piemonte con D.D. n. 396 del 23 dicembre 2020.

Obiettivi del Bando, sono di introdurre modelli innovativi di sviluppo del settore commerciale, i Distretti del Commercio, che consentano di sostenere e rilanciare il commercio con strategie sinergiche di sviluppo economico e di risposta a necessità in particolari momenti di emergenze economiche e sociali, quali l’attuale emergenza Covid-19; la creazione di un sistema strutturato e organizzato territorialmente, capace di polarizzare le attività commerciali, unitamente ad altri soggetti portatori di interesse, quali il Comune, le organizzazioni imprenditoriali, le imprese, le proprietà immobiliari e i consumatori.

In merito il Sindaco Rasero ha dichiarato: “Si tratta del primo atto di un percorso amministrativo strutturato ed articolato in più step che coinvolgerà oltre al Comune e le associazioni imprenditoriali maggiormente rappresentative per il settore del commercio a livello provinciale, anche altri soggetti interessati alle dinamiche di sviluppo e la valorizzazione del commercio. Ritengo che questa iniziativa così significativa abbia una portata tale che, se compresa e valorizzata da tutti gli interlocutori coinvolti, rappresenterà un’opportunità unica per far fronte alle emergenze economiche e sociali dovute al Covid-19, rilanciando il commercio sul nostro territorio”.

Per affrontare le sfide del futuro nel commercio occorre fare squadra tra pubblico e privato e remare tutti in un’unica direzione, solo così si esce dalla tempesta. Anche dalle iniziative come Risorgeremo o Asti online, continuiamo a fare rete e sinergie” afferma il Vice Sindaco Marcello Coppo.

Una scelta quella del Comune, che la Confcommercio di Asti  condivide  e di cui si è fatta per prima promotrice – afferma il Direttore Claudio Bruno –  ritenendo  che i Distretti del Commercio rappresentino in generale ma in particolare per Asti, una grande opportunità per il rilancio e la valorizzazione del commercio, della ristorazione e di tutte le attivita del centro urbano di Asti.

“Dobbiamo lavorare assieme – continua Claudio Bruno- creando le giuste sinergie tra pubblico e privato,  per sviluppare una progettualità funzionale soprattutto capace di fornire delle risposte concrete e con tempi certi alle esigenze ed alle aspettative del commercio e del turismo , perchè è una priorità!

Il 2020 è stato un anno molto difficile, senza precedenti, che ha generato una forte  contrazione dei consumi e la chiusura di molte imprese, prime fra tutte quelle operanti nel  settore turistico alberghiero, ma non dimentichiamo le gravi diffcoltà che stanno subendo la ristorazione ed il settore  abbigliamento e della  moda,  tutte attività residenti nei centri urbani della città, che vanno aiutate concretamente e la Confcommercio è pronta a lavorare sui progetti e per ottenere quei finanziamenti che tramite il DUC -DISTRETTO URBANO DEL COMMERCIO di ASTI  potranno avere una ricaduta positiva per la ripresa dell’ economia della nostra città” – conclude Claudio Bruno.