Quantcast

Vendeva borse in plastica irregolari: multa di 5000 euro ad un commerciante di Asti

I Carabinieri forestali della Stazione di Asti, nel corso di un normale servizio di controllo sul rispetto della normativa in materia ambientale, hanno sanzionato per cinquemila euro un commerciante per aver venduto borse in plastica irregolari.

Il 13 gennaio, nel corso di un’ispezione presso una ditta di Asti che vende imballaggi all’ingrosso, i militari hanno rinvenuto nei magazzini più di una trentina di scatole contenenti sacchetti in plastica per alimenti, che risultavano prive dei marchi e delle diciture di ecocompatibilità previste dagli standard europei. Da successivi accertamenti è risultato che l’azienda riforniva di tali sacchetti vari punti vendita del settore alimentare, destinandoli così alla distribuzione al pubblico come imballo di prodotti sfusi (le cd. “borse ultraleggere”) benché non ne avessero i requisiti previsti dalla normativa ambientale: lo spessore era superiore a quello massimo consentito; mancavano le prescritte certificazioni sulla biodegradabilità, compostabilità e contenuto minimo di materia prima rinnovabile. I militari hanno contestato al grossista, individuato come canale di rifornimento di borse irregolari per la piccola distribuzione, una sanzione di cinquemila euro; hanno inoltre posto sotto sequestro amministrativo il prodotto non conforme (circa 340 chilogrammi di borse, per un valore di quasi 600 euro). Sono invece risultati a norma altri simili articoli controllati in azienda.

Gli obblighi in materia di riduzione progressiva dell’utilizzo di borse in materiale plastico sono stati introdotti dall’Unione europea al fine di diminuirne gli impatti sull’ambiente. La normativa nazionale stabilisce le regole per la loro commercializzazione, tuttavia alcuni operatori continuano ad acquistare questo tipo di sacchetti perché molto più economici ed anche più resistenti di quelli compostabili. La commercializzazione di sacchetti non conformi è punita con sanzione amministrativa da 2.500 a 25.000 euro, che può essere elevata fino a quattro volte in alcuni casi particolari, ad esempio se la violazione riguarda ingenti quantitativi.

carabinieri forestali multa per borse irregolari