Quantcast

Una “stanza degli abbracci” donata all’ANFFAS dagli Alpini astigiani

A distanza di pochi giorni dalla donazione di materiale sanitario alla Casa di Riposo Città di Asti, gli Alpini della Sezione ANA della nostra città, guidati dal presidente Fabrizio Pighin, si sono impegnati in altri gesti di aiuti e solidarietà.

Dopo essere stati impegnati a inizio della settimana appena trascorsa, come da richiesta della Prefettura di Asti, con alcuni volontari delle Penne Nere astigiane davanti ai licei classico e scientifico della città all’entrata e all’uscita degli studenti per il rispetto del distanziamento, uso della mascherina e per evitare assembramenti, oggi, sabato 23 gennaio, hanno ufficialmente donato alla struttura dell’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale Onlus di Asti l’assegno di 2000 Euro raccolti grazie alla vendita dei panettoni degli Alpini, cifra necessaria ad allestire anche la “stanza degli abbracci”.

E’ bastata una semplice telefonata tra i due presidenti Fabrizio Pighin e Marcello Follis per capire lo stato di necessità ed è stato deciso che sarebbero stati gli Alpini astigiani a dotare il centro residenziale di piazzale Penna di questa importante struttura per spazi interni (Nella foto Marcello Follis, il primo a sinistra, riceve l’assegno con la somma raccolta dalla vendita dei panettoni degli Alpini da Fabrizio Pighin presidente della Sezione ANA di Asti).

“I nostri ragazzi – ha spiegato Marcello Follis presidente dell’ANFFAS – ospiti dei centri residenziali non potendo avere contatti, vivevano in isolamento assoluto senza poter avere incontri con i genitori o persone vicine, ora è tutto diverso perché per loro è molto importante. Ringrazio il presidente Pighin e tutti gli Alpini astigiani per esserci stati ancora una volta vicini e di aver compreso le nostre esigenze”.

Un “abbraccio” di famiglia vale un sorriso impagabile e, se nei centri diurni è possibile recarsi a casa normalmente, in questo periodo di pandemia i giovani residenti, non possono vedere i genitori o parenti ed è particolarmente difficile. “Voglio ricordare anche in questa importante occasione – ha dichiarato il presidente della sezione Ana di Asti Fabrizio Pighin – che noi Alpini siamo sempre al fianco degli astigiani e grazie alle donazioni e all’impegno dei nostri volontari, riusciamo a essere vicini a chi si trova in difficoltà”.

Nella foto sotto un abbraccio tra il presidente Pighin ed un ragazzo dell’ANFFAS.

stanza abbracci donata all'Anfass da Alpini Asti