L’Istituto Monti di Asti apre le porte al servizio civile

Confermando la propria vocazione di scuola proiettata sul territorio, sensibile alle sue problematiche, ma anche attenta a sfruttarne le potenzialità, l’Istituto “A. Monti” di Asti ha aderito al bando per il Servizio Civile Universale promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, presentando al Comune di Asti un progetto di collaborazione finalizzato all’impiego, nell’ambito delle attività di inclusione e di supporto nel percorso scolastico agli alunni che vivono una condizione di disagio, delle risorse, umane e finanziarie, messe a disposizione dal Servizio Civile.

Il progetto, denominato AMOnti, intende contribuire alla lotta per la prevenzione del disagio e dell’abbandono scolastico da parte degli allievi più fragili e prevede che i volontari selezionati dal Servizio Civile, debitamente formati per lo svolgimento del loro compito, affianchino docenti e personale scolastico nelle attività didattiche ed in quelle extrascolastiche, intervenendo soprattutto in situazioni in cui si ravvisino condizioni di particolare difficoltà e/o disagio.

Come tutti i progetti promossi dal Servizio Civile Universale, anche AMOnti avrà una durata di dodici mesi e coinvolgerà quattro volontari, tre dei quali saranno impegnati nell’edificio della sede centrale dell’Istituto, in piazza Cagni 2, mentre uno lavorerà presso l’edificio della succursale, in Via Gabiani 30; informazioni dettagliate su tutti gli aspetti tecnico-organizzativi del progetto, sono contenute nella scheda di presentazione reperibile, così come quelle di tutti gli altri progetti selezionati per il bando, sul sito del Comune di Asti.